NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.

Blog Tecnica della scuola

  Il metodo renziano  di fare propaganda sulla Buona Scuola, predicando bene e razzolando male, rappresenta l’apogeo dell’elogio figurato dell’ipocrisia. Renzi che, nel discorso alle Camere fatto per ottenere la fiducia per governare l’Italia, aveva messo al centro della sua agenda politica la scuola pubblica e gli insegnanti, sembra essersi dimenticato dei suoi buoni propositi da predicatore. Infatti nelle vesti di predicatore diceva: ''gli insegnanti oggi sono degli eroi: con stipendi quasi ridicoli - e potremmo anche togliere il quasi - sono chiamati alle funzioni di educazione della persona''. Inoltre lo showman di Palazzo Chigi, abile e fine comunicatore, diceva: “...
Continua a leggere
in Uncategorized 3543
“Vorrei sapere - domandò Flavia durante l’ora di attualità della Terza D - perché nelle aule delle scuole pubbliche italiane, frequentate anche da non cristiani, si espone il Crocifisso”. L’insegnante di lettere, professor Nicolaus, rispose indirettamente, congratulandosi con la ragazza per essersi accorta che sulla parete di fronte a lei era appesa una statuina di Gesù inchiodato alla croce del suo martirio: “di quel Cristo - disse - dalla cui nascita ormai tutti nel mondo contano gli anni; di quel Maestro di vita che per primo, nella storia, riconobbe la pari dignità di tutti gli esseri umani, comprese le donne...
Continua a leggere
in Uncategorized 2732
  Quello che uscirà dal ddl scuola targato Renzi non è la “piena attuazione” dell’autonomia scolastica, ma piuttosto lo stravolgimento. Lo scopo è di conseguire il massimo efficientamento e la “massima flessibilità” nell’utilizzo delle risorse, quelle umane specialmente. Ma la finalità educativa è sparita perfino dal lessico. Le famiglie restano del tutto marginali. Gli studenti sceglieranno un’offerta più da intrattenimento che formativa, con pacchetti preconfezionati stile supermarket. Il docente diventa a “precarizzazione crescente”, in balia dei piani triennali, della chiamata da parte dei dirigenti scolastici, della conferma o meno del posto. I “meritevoli” avranno la gratificazione di un piccolo bonus annuale...
Continua a leggere
in Uncategorized 3622
    Qual è, secondo il Pensiero omologato, lo scopo della settimana per gli italiani? Godersi il weekend. Ecco perché la fine della settimana è stata ribattezzata “il fine settimana” dai telegiornali del Bel Paese. I quali, poi, hanno esteso per analogia la mutazione di genere e di significato alla fine della vita, riproponendola come “il fine vita”. Il Pensiero omologato ci dice, infatti, che lo scopo della vita è la morte autogestita ma non bisogna chiamarla con questo brutto nome. Sono due perle che fanno da spia di un processo di “involgarimento” della lingua italiana “classica” in un parlato “italianese”,...
Continua a leggere
in Uncategorized 1701
In politica cambiare idea non è reato, anzi è tipico delle persone intelligenti, però, per non tradire il proprio mandato, sarebbe opportuno ammetterlo ed assumersi le proprie responsabilità politiche. Ci piace ricordare l’attuale responsabile scuola del Partito Democratico, senatrice Francesca Puglisi, quando era, per sua stessa ammissione e vocazione, bersaniana, e sosteneva che la chiamata diretta dei docenti, da parte dei dirigenti scolastici, era un’idea a dir poco stravagante. La Puglisi diceva un “no” fermo e chiaro, secondo le linee programmatiche del suo partito, contro la proposta Aprea della chiamata diretta degli insegnanti da parte dei DS in regione Lombardia. Il...
Continua a leggere
in Uncategorized 3189
  Il dibattito sul disegno di legge presentato dal governo in questi giorni sta prendendo una piega davvero particolare ed inquietante almeno su un punto, quello che riguarda la figura del dirigente scolastico. Ovviamente è legittimo e doveroso esprimere le proprie critiche all’impostazione renziana ma non credo sia né corretto né giusto farlo usando argomenti bislacchi, a volte ingiuriosi, e che certo possono rovesciarsi addosso a chi li usa.   Il buon vecchio Bacone   Il filosofo Francesco Bacone è famoso per la sua teoria degli idola. Secondo Bacone, infatti, prima di iniziare un discorso – ed un discorso scientifico in...
Continua a leggere
in Uncategorized 4625
  Lo capirebbero anche i bambini che in un tessuto sociale come quello italiano, intriso di corruzione e malaffare, introdurre una norma che dia enormi poteri ai dirigenti scolastici, è una cosa sbagliata e profondamente impopolare. E allora perché Renzi avrebbe deciso di consegnare le scuole all’insindacabile decisionismo dei Presidi? Perché creare la figura del Preside padrone che può scegliersi i docenti che desidera e premiare i suoi insegnanti preferiti? In un’Italia dove non manca giorno in cui si scoprono casi eclatanti di corruzione, si pensa di dare fiducia ai dirigenti scolastici , dando loro la libertà di decidere del futuro...
Continua a leggere
in Uncategorized 7122
  “Un pezzo di responsabilità è nostra: per le cose che abbiamo fatto, che abbiamo lasciato fare o che abbiamo fatto finta di non vedere”. Parole dure quelle che il magistrato Raffaele Cantone ha rivolto agli alunni della Scuola Media Statale Don Salvatore Vitale di Giugliano in Campania lo scorso 9 marzo. Occasione di incontro tra insegnanti, alunni e genitori ed il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione è stato un percorso di sensibilizzazione organizzato da un gruppo di docenti nella Succursale della scuola, in via Madonna del Pantano, diversi chilometri di strada non lontana dal litorale domizio, tra i luoghi simbolo del...
Continua a leggere
in Uncategorized 2523
  Che la scuola debba stare al passo con i tempi e debba rispondere ai mutamenti della nostra società è una cosa fin troppa ovvia, quindi nessuno è contrario pregiudizievolmente ad attuare una riforma della scuola. Anzi questo è proprio il motivo per cui ci attendavamo una riforma scolastica basata su nuovi modelli pedagogici, dove gli insegnanti avrebbero potuto utilizzare al meglio le nuove tecnologie e avrebbero potuto aggiornarsi e formarsi sui nuovi metodi d’insegnamento. Una scuola in cui la scienza della formazione e la capacità di trasmettere nuove conoscenze, sarebbero dovuti essere elementi di base per una didattica rinnovata e ...
Continua a leggere
in Uncategorized 7032
  Una vera “rivoluzione”, quella della Buona Scuola, annunciata dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. O meglio, poiché si tratta di una rivoluzione calata dall’alto e che non parte dal basso, un vero “colpo di Stato”, che potrebbe cambiare drasticamente la vita delle singole scuole, ponendo un solo uomo al comando di ciascuna istituzione: il preside-padrone. Basta con le interferenze degli organi collegiali, basta con le rappresentanze sindacali: a decidere su tutto, o quasi, sarà il “ghe-pensi-mi” dirigente scolastico, già insediato o da insediare in ogni scuola. Nei casi in cui - per fortuna o per grazia di Dio - quel...
Continua a leggere
in Uncategorized 31943
Rafforzare  la funzione del dirigente scolastico per garantire una immediata e celere gestione delle risorse umane e finanziarie della scuola, è sempre stato il principio di fondo ed ispiratore della riforma scolastica voluta dal Governo Renzi. Le questioni legate alle 36 ore  di orario di servizio settimanale dei docenti, all’abrogazione totale o parziale degli scatti di anzianitàe al balletto dei numeri sulle assunzione in ruolo dei precari, sono state lanciate, in modo provocatorio e strategico, con l’intenzione di fare passare in secondo piano il vero obiettivo della riforma: “ dare grandi poteri decisionali al dirigente scolastico”. Fin da questa estate le...
Continua a leggere
in Uncategorized 2617
  Da preside era diventato manager, quasi quasi amministratore delegato del consiglio di amministrazione dell’istituzione scolastica autonoma. Lo abbiamo conosciuto più che altro come burocrate ipertrofico. Oggi Renzi lo vede come preside-sindaco con nuovi poteri. Ma sulla valutazione stiamo a zero, dopo ben 15 anni dall’attribuzione della qualifica dirigenziale. Più poteri Quando è entrato in vigore il D.lvo 150/2009 (Brunetta), i DS hanno creduto di poter trarre il massimo vantaggio dalle nuove norme per rafforzare il loro ruolo, anche a costo dello scontro con i sindacati rappresentativi dei docenti. Hanno ottenuto di ascrivere alle proprie esclusive competenze l’organizzazione del lavoro e...
Continua a leggere
in Uncategorized 9573
  Atto 1583, presentato al Senato della Repubblica il 2 agosto 2014. Si tratta, come certo i lettori sapranno, della Legge di Iniziativa Popolare sulla scuola (Norme generali sul sistema educativo d’istruzione statale nella scuola di base e nella scuola superiore. Definizione dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di nidi d’infanzia) di cui molto si discute in questo periodo. Del resto la LIP viene presentata dai suoi fautori proprio come la vera “buona scuola” in opposizione a quella di Renzi (http://lipscuola.it/). Le discussioni si sono fatte più accese in particolare da quando la FLC-CGIL, per bocca del suo segretario nazionale...
Continua a leggere
in Uncategorized 3414
  Dopo la presentazione di settembre e il reloaded di dicembre, la Buona Scuola è arrivata all’atto III: il consiglio dei ministri del rinvio del 3 marzo. Niente decreto legge d’urgenza. Non c’erano obiettivamente i requisiti. Come si fa a sostenere che dare attuazione all’autonomia scolastica, contrastare la dispersione, sostenere il diritto allo studio e valorizzare la professionalità docente siano delle necessità straordinarie e urgenti? Se ne parla da 20 anni. Forse il presidente Mattarella avrà fatto qualche osservazione preventiva. O forse lo stesso Renzi si è reso conto che correndo troppo sulla scuola avrebbe potuto farsi male. O forse ancora la...
Continua a leggere
in Uncategorized 3409
Come bisognerebbe giudicare la retromarcia fatta, all’ultimo momento dal Governo, sul decreto legge d’urgenza sulla scuola? Renzi è stato fulminato sulla via di Damasco da una celere conversione agli atti democratici e alla discussione parlamentare, oppure è stato  obbligato a tornare su i suoi passi, dai numeri sulle assunzioni dei precari  che non tornano e dal non potere mantenere le promesse annunciate? Aveva promesso 150 mila assunzioni in un’unica soluzione, aveva rilanciato con un piano da 180 mila immissioni in ruolo considerando anche il prossimo bando di concorso a cattedra, ma poi forse si è accorto che non poteva mantenere tutto...
Continua a leggere
in Uncategorized 3400
  Lo scorso 27 febbraio, prima a Roma in conferenza stampa e poi a Napoli, i parlamentari pentastellati hanno incontrato stampa, operatori della scuola e semplici cittadini per presentare 7 soluzioni concrete individuate sui primi 7 nodi importanti da sciogliere in tema di scuola. Quelli che attendevano un testo, un documento riassuntivo, nell’immaginario, speculare in qualche modo a quello della Buona scuola di Renzi sono rimasti delusi. Differentemente, la scelta dei pentastellati non ha contemplato forme di propaganda ma informazione tout court sullo stato dei lavori. Io all’appuntamento di Napoli c’ero e - come del resto è accaduto anche in altre...
Continua a leggere
in Uncategorized 2876
      Un giorno, a scuola, l’enfant terrible della Prima D annunciò che avrebbe cercato nel vocabolario di italiano le parolacce. Trovatane una, “divertentissima”, la mostrava ridacchiando ai vicini di banco. E poiché il prof gli tolse di mano quel divertimento, proclamò con l’aria di chi, a 11 anni, la sa già lunga: “Tanto, io, di parolacce, ce n’ho pieno un quaderno”. Il prof colse l’occasione per spiegare ai suoi alunnetti che in italiano “dire le parolacce si chiama turpiloquio”. “Turpi… che?”: i ragazzini stentavano a credere che per definire le “volgarità” ci fosse un termine così “raffinato”. Una bambina...
Continua a leggere
in Uncategorized 2213
  Qualche giorno fa (e prontamente La tecnica della scuola ne ha dato notizia) il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha sostenuto, nel corso del seminario "Promuovere e governare l'integrazione", la necessità di istituire la nuova classe di concorso di Italiano Lingua 2. A prima vista potrebbe apparire un’ottima idea. Qualcuno perfino avrà detto: finalmente! Personalmente sono in disaccordo. E cercherò di spiegare perché in queste poche righe.   1. la via italiana all’intercultura Nel documento ministeriale del 2007 (La via italiana per la scuola interculturale e l’integrazione degli alunni stranieri. Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri e per l’educazione interculturale)...
Continua a leggere
in Uncategorized 3613
In questi giorni si è aperto un importante dibattito sull’opportunità  o meno di modificare la qualifica professionale dei dirigenti scolastici. In buona sostanza l’apertura di credito della Flc Cgil alla legge d’iniziativa popolare per una Buona Scuola per la Repubblica, ha messo in discussione i valori cardine su cui poggia, ormai da oltre quindici anni, la scuola dell’autonomia. Qualcuno ha gridato allo scandalo, sostenendo che il maggior sindacato della scuola, cioè la Flc Cgil, volesse abrogare, come previsto nell’art.29 della LIP riservato alle abrogazioni,  l’art.25 del d.lgs 165/2001. Poi la Flc Cgil, attraverso il suo segretario, Mimmo Pantaleo, ha specificato che...
Continua a leggere
in Uncategorized 4454
Le assenze per visite mediche, terapie, prestazioni specialistiche ed esami diagnostici come vanno giustificate? Bisogna chiedere il permesso retribuito sì o no? La confusione regna sovrana. Prima il Ministero aveva detto di sì, con una Nota del Capo Dipartimento della Direzione Generale per le Risorse Umane del 22 aprile 2014. Un mese dopo aveva detto di no, perché quella Nota era diretta solo al personale del Comparto Ministeri e non riguardava in alcun modo il personale scolastico (29 maggio 2014). In realtà, ogni preside ha fatto a modo suo. Da un anno a questa parte i vari Usr si sono trovati...
Continua a leggere
in Uncategorized 9724