NEWSLETTER   NOTIZIE DEL GIORNO ULTIMO

 

CARTA DOCENTE 980X40

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Archivio
    Archivio Contiene un elenco di blog che sono stati creati in precedenza.

Blog Tecnica della scuola

Dopo mesi di campagna elettorale totalizzante e lacerante, ha prevalso il “vaffa”. Era nell’aria. Troppe scelte sbagliate, troppi annunci senza seguito, troppa distanza fra la politica e il popolo. Nella bocciatura di Renzi ha pesato soprattutto la perdita di credibilità: promesse mirabolanti, bonus di qua, regalie di là. Gli italiani hanno ben capito, guardando al portafoglio, che le parole non corrispondono ai fatti: le tasse non sono diminuite, la tanto attesa riforma delle pensioni non è stata fatta, il lavoro è sempre più precario e i redditi più bassi. Le aspettative degli italiani continuano a essere negative o piatte, come ben...
Continua a leggere
in Uncategorized 8921
Sia come sia, finalmente si è conclusa la campagna elettorale in vista del referendum costituzionale. Una campagna che molti descrivono come durissima e intensissima ma che, almeno ai miei occhi, si è qualificata soprattutto per l’impegno scientifico e continuo – da parte di tutti – per delegittimare l’avversario, l’altro. Trasformandolo in nemico. E nemico sostanzialmente da abbattere perché ostacolo (l'ultimo??) alla magnifiche sorti e progressive che dal 5 dicembre si dispiegheranno.   Sarà solo colpa dei chatbot? I media, soprattutto dopo il trionfo di Donald Trump negli States, si sono molto interrogati sulle nuove armi di distruzione di massa impiegate nella...
Continua a leggere
in Uncategorized 696
In occasione di un recente incontro con i sindacati, il Miur ha annunciato che metterà mano alla legge delega sull’inclusione entro la fine dell’anno. La legge trae origine dalla proposta n. 2444, promossa da FISH e FAND (Federazioni tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità), concernente appunto i possibili contenuti dell’emanando decreto delegato sull’inclusione scolastica, con riguardo a una serie di principi qui di seguito elencati: 1. un approfondimento dei contenuti dei corsi di specializzazione con 150 crediti formativi “pesanti” sulle diverse didattiche generali e speciali; 2. una formazione iniziale dei futuri docenti curricolari, comprendente 30 crediti formativi sull’inclusione, al...
Continua a leggere
in Uncategorized 1281
Ahi, ahi! Ho trovato quattro errori di sintassi nel testo della legge di riforma costituzionale "Boschi Verdini",  pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016,  e che sarà sottoposto a referendum domenica prossima. Tre riguardano l'uso  sbagliato dell'indicativo al posto del congiuntivo dell'eventualità in proposizioni ipotetiche, e il quarto la discordanza di numero tra il soggetto singolare e il verbo al plurale. Ecco gli errori, che evidenzio in neretto, e le relative correzioni [in corsivo tra parentesi]: 1 - "Il Governo... non può ripristinare l'efficacia di norme di legge o di atti... che la Corte costituzionale ha [abbia] dichiarato illegittimi"...
Continua a leggere
in Uncategorized 1233
Ecco dieci buoni motivi per dire NO alla riforma costituzionale "Boschi Verdini": 1 - Perché non si cambiano 47 articoli della Costituzione di tutti gli italiani con una maggioranza parlamentare risicata, rappresentativa di una minoranza del corpo elettorale e formata in buona parte al Senato da transfughi dei partiti che si presentarono al voto degli elettori nel 2013. 2 - Perché l’attuale Parlamento di nominati, eletto con una legge maggioritaria dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale, non è politicamente e moralmente legittimato a riformare la Costituzione. 3 - Perché questa riforma è stata concepita, in accoppiata con la legge elettorale cosiddetta Italicum,...
Continua a leggere
in Uncategorized 1885
Bellissimo e commovente, il film tv "La classe degli asini", del regista Andrea Porporati, con Vanessa Incontrada e Flavio Insinna, trasmesso la sera del 14 novembre da Rai1, e che narra una storia vera. Vanessa interpreta Mirella Antonione Casale, insegnante e madre di una bimba con un grave deficit psicomotorio, che, nella seconda metà degli anni Sessanta, intraprese a Torino un'importante battaglia contro la discriminazione nella scuola dell'obbligo e per l’abolizione delle classi differenziali e di aggiornamento, le cosiddette "classi degli asini", come venivano anche chiamate a quei tempi. 
 Quelle classi furono abolite con la legge 4 agosto 1977, n....
Continua a leggere
in Uncategorized 13212
A pensare male si fa peccato, ma molto spesso ci si azzecca! La citazione di un famoso aforisma attribuito a Giulio Andreotti, calza a pennello sulla questione del bonus dei 500 euro assegnato ai docenti di ruolo. Infatti per l’attribuzione di tale bonus, il Miur ha previsto l’attivazione di una carta elettronica e l’inizio del suo reale funzionamento per gli acquisti dal 1° dicembre 2016. Tempismo perfetto!! La card docente sembra essere stata sincronizzata con la vigilia del voto del referendum costituzionale del 4 dicembre. Una semplice coincidenza temporale, oppure il tentativo di recuperare la benevolenza dei 740 mila docenti di...
Continua a leggere
in Uncategorized 14524
Mi appello alla speranza cristiana per vincere lo sconforto che ha preso anche me alla notizia dell'elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti.  Quella  spes contra spem (speranza contro ogni circostanza avversa) di cui parla San Paolo, il persecutore di cristiani diventato apostolo di Cristo. Forse - voglio sperare - lo "stato di grazia" della carica indurrà il nuovo presidente a più miti consigli e ad atteggiamenti più responsabili, rispetto a certi propositi oltranzisti della campagna elettorale. Forse da quello che è temuto come un grande male per l'America e per il mondo può venire anche qualcosa di bene....
Continua a leggere
in Uncategorized 1231
   Dovrebbe lavorare giorno e notte il nuovo Senato previsto dalla riforma costituzionale "Boschi Verdini" per rispettare le scadenze strettissime assegnategli dal "bosco-verdino" articolo 70:  appena 10 giorni per chiedere di esaminare ogni singolo disegno di legge di competenza "non paritaria" approvato dalla Camera, e non più di 30 giorni per deliberare eventuali proposte di modifica, sulle quali poi sarebbe la Camera a pronunciarsi in modo definitivo.    Se questi tempi "ghigliottina" non venissero rispettati, il Senato decadrebbe dal diritto di mettere bocca (magari per eccepire sulla competenza paritaria), e comunque la Camera avrebbe la prerogativa di non conformarsi alle proposte dei...
Continua a leggere
in Uncategorized 916
La Buona Scuola “renziana” sta attraversando un momento di oggettiva difficoltà: supplentite cronica, ricorsi, probabili errori, scuole ingolfate e per niente potenziate. I giornali cominciano a raccogliere e descrivere spaccati di scuola reale, mentre un anno fa costruivano i loro articoli sui comunicati stampa e le slides governative. Così la scuola dei sogni renziani va a sbattere contro la scuola dei fatti quotidiani, dove dopo due mesi mancano ancora troppi prof, dove ogni settimana c’è un episodio di sicurezza a rischio, e dove neanche il più ottimista può scorgere, misurare, monitorare miglioramenti ed incrementi di soddisfazione e di qualità. Lo stesso...
Continua a leggere
in Uncategorized 19700
  Dopo la bufala generata dalla diffusione virale di un vecchio articolo del Sole 24 ore, tornano le indiscrezioni e gli annunci sull'esame di stato e sulla sua riforma. Oggi lo fa il Corriere della Sera con un pezzo molto informato e chiaro. Sostenendo, tra l'altro, che i cambiamenti verrebbero applicati già da giugno 2017. Gli esperti de La Tecnica della Scuola cureranno di certo approfondimenti e cercheranno conferme e nuove informazioni. Non spetta ad un articolo del Blog sostituirsi a loro.   Dal mio punto vista, seppure a caldo, un commento sembra possibile. In particolare sulla necessità, cui a mio parere...
Continua a leggere
in Uncategorized 2002
Nuovi obblighi, niente carriera, contratto scaduto e stipendi congelati: potrà funzionare il piano nazionale di formazione? Ha un bel dire la ministra Giannini che sulla formazione permanente “siamo davanti ad un cambio di paradigma culturale”. Il punto debole è il mancato collegamento tra la formazione obbligatoria, un reale sviluppo di carriera e il rinnovo contrattuale. Col rischio di vanificare in gran parte i risultati attesi e le risorse investite. L’obiettivo ambizioso del Ministero è di coinvolgere il 100% dei docenti, con ricadute misurabili, rispetto alla percentuale attuale che è del 75-76%. Me le intenzioni si scontrano contro due ostacoli che non...
Continua a leggere
in Uncategorized 4792

Una domanda mi riecheggia nella mente: "Come voterebbe Piero Calamandrei, se fosse ancora vivo, al referendum costituzionale del 4 dicembre 2016?".

Piero Calamandrei uomo saggio e sempre bene ispirato ebbe a dire: "Se si vuole che la democrazia prima si faccia e poi si mantenga e si perfezioni, si può dire che la scuola a lungo andare è più importante del Parlamento e della Magistratura e della Corte costituzionale". 

Continua a leggere
in Uncategorized 4386
Non sono state raggiunte le 500mila firme necessarie per chiedere il referendum abrogativo dei 4 punti più controversi della legge 107/Buona Scuola. Come è possibile? Apparentemente, la riforma non è stata affatto digerita e la contrarietà per i contenuti di una legge che snatura il valore costituzionale della scuola pubblica è forte.Basta guardare l’esito del sondaggio pubblicato il 5 ottobre scorso dalla Gilda degli Insegnanti, realizzato dalla Swg e basato su un campione rappresentativo e oggettivo: 4 insegnanti su 5 bocciano la Buona Scuola, e 2 su 3 giudicano negativamente la nuova figura del dirigente scolastico, il comitato di valutazione e...
Continua a leggere
in Uncategorized 2547
Si è conclusa ieri pomeriggio alla Rocca Maggiore di Assisi la marcia della pace partita da Perugia da dove, il il 24 settembre del 1961, prese avvio la prima marcia organizzata da Aldo Capitini ed un piccolo gruppo di intellettuali. Quasi 100.000 persone, ieri, lungo i 24 km che separano Perugia da Assisi, città della pace. Uomini, donne, bambini, anziani, famiglie, studenti, professori, immigrati e richiedenti asilo, centinaia di sindaci da tutta italia, sindacati, scout, parrocchie e centri di volontariato... L'Italia migliore, l'Italia che non ha smesso di credere che la pace è possibile. E in mezzo a questo grande...
Continua a leggere
in Uncategorized 791
La "pubblicità ingannevole" è considerata per legge, in Italia, un illecito civile, sanzionabile dall'Antitrust con una grossa multa. Ma soltanto se viene applicata alle attività commerciali, industriali, artigianali o professionali. Non al campo della politica, nel quale è incivilmente lecito propagandare bugie, allo scopo di indurre in errore i cittadini quando vanno a votare.     E' quanto sta accadendo con il quesito tendenzioso (a favore del "sì") proposto per il referendum del prossimo 4 dicembre sulla legge di riforma costituzionale "Boschi Verdini", e che dice:     "Approvate il testo della legge costituzionale concernente 'disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la...
Continua a leggere
in Uncategorized 1504
Come ha spiegato magistralmente il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky, nella sfida di ieri sera tra le ragioni del Si e quelle del No del referendum costituzionale, la nuova Costituzione, voluta dal governo Renzi, prevede una forte concentrazione dei poteri per cui rischiamo di passare dalla democrazia all'oligarchia. Lo stesso modello è già stato imposto ed applicato all’interno della scuola pubblica italiana, dove con l’aumento dei poteri del dirigente scolastico e la valorizzazione professionale di una piccola quota di docenti, si è passati da una scuola democratica per la Repubblica a una scuola oligarchica per una ristretta cerchia di persone. Le scuole pubbliche...
Continua a leggere
in Uncategorized 6973
Incontrai per la prima volta Aldo Moro il 7 dicembre 1959 a Roma, in un convegno nazionale sui problemi della scuola organizzato dal Movimento Studenti Medi della Democrazia Cristiana. Allora, quel leader politico, che era stato già "padre costituente" nel 1946-47 e poi ministro della Giustizia e della Pubblica Istruzione, aveva 43 anni. Quel giorno venne, in qualità di segretario della DC, a dialogare con un centinaio di ragazzi, rappresentanti come me di associazioni studentesche, in una sala del Palazzetto Venezia. Rimasi molto impressionato dalla sua personalità. In seguito, per la mia attività di giornalista, ho avuto numerose altre occasioni di...
Continua a leggere
in Uncategorized 1157
  Alla fine la Camera dei deputati ha votato la legge sul cyberbullismo che ora torna al Senato da dove proveniva. Sul testo approvato alla Camera sotto la pressione dell’opinione pubblica a seguito di recenti e gravissimi fatti di cronaca esistono opinioni del tutto discordanti. Segnalo in particolare il punto di vista di Wired Italia che giorni fa ha scritto che “la legge su (bullismo e) cyberbullismo  messa a punto dalla prima firmataria Elena Ferrara (Pd) e approvata al Senato è stata poi stravolta nel corso dell’estate dagli emendamenti approvati dalle commissioni congiunte Giustizia e Affari costituzionali a Montecitorio”.  Wired sottolinea in particolare...
Continua a leggere
in Uncategorized 1589
Qualcuno deve avere consigliato la ministra più impopolare del governo Renzi, in vista dell’imminente referendum sulla riforma costituzionale, a non esacerbare gli animi anche sulla formazione dei docenti. Constatiamo infatti che la Nota Miur del 15 settembre 2016, con le “indicazioni per la progettazione delle attività di formazione destinate al personale scolastico”, segna un bel passo indietro rispetto al Piano Nazionale per la Formazione presentato ai sindacati alla fine di agosto. Il Piano era allora poco più che una bozza sintetica, ma aveva già sollevato una montagna di discussioni. Indigeribile per i sindacati perché, prima della legge 107, la formazione era...
Continua a leggere
in Uncategorized 8954