Home Attualità Bocciano il figlio, il padre minaccia i docenti. Interviene la polizia

Bocciano il figlio, il padre minaccia i docenti. Interviene la polizia

CONDIVIDI

Solo l’intervento delle forze dell’ordine ha evitato il peggio in una scuola in provincia di Treviso.

Un genitore di un alunno bocciato alla scuola media voleva farsi “giustizia” da solo: una sfuriata in piena regola, tra urla e accuse contro quella che riteneva un’ingiustizia. Uno sfogo inarrestabile contro i professori che impauriti hanno chiesto l’intervento dei carabinieri.

È avvenuto tutto ieri in tarda mattinata alle porte del capoluogo.

In mezzo alla notizia

Lo segnala La Tribuna di Treviso.

Il ragazzino è seguito da centri specialistici e già noto anche all’amministrazione che fino all’anno scorso lo sapeva assistito da una insegnante di sostegno che quest’anno – a detta del padre – la scuola non ha più messo a disposizione.

Il genitore ha giudicato “inaccettabile” la bocciatura non per i risultati scolastici del ragazzo, ma per la mancanza di un adeguato sostegno durante l’anno.

L’intervento delle forze dell’ordine è stato provvidenziale, perché è servito a riportare alla calma l’uomo con il quale poi ha lungamente parlato anche il sindaco del paese.