Home I lettori ci scrivono Concorso dirigenti scolastici, alcune riflessioni

Concorso dirigenti scolastici, alcune riflessioni

CONDIVIDI

Si vorrebbe dare un consiglio al neo Ministro Bussetti della Scuola Milanese che sarà alle prese con le reggenze cresciute a dismisura, che al primo settembre 2018 cresceranno ancora.

Vi è in atto la procedura per il concorso, ma se tutto va bene i vincitori saranno assunti il prossimo 2019.

Se posso permettermi un suggerimento , sarebbe quello di accorciare la tempistica della selezione: dopo il 23 luglio, data in cui si svolgerà la prima selezione con i quiz, suggerirei di passare subito agli orali, di cancellare la prova scritta, il corso di formazione dirigenziale e la seconda  prova scritta di carattere teorico-pratico e così si eviterebbe un allungamento dei tempi, come dicevo, a dismisura . Questo concorso contiene numerose prove ad ostacoli e durerà un anno intero. Se il concorso si trasforma in concorso per titoli e colloquio al primo dicembre o al massimo primo gennaio 2019, si potrebbero avere i nuovi D.S.

In mezzo alla notizia

La prima selezione avverrà al 23 luglio e basta questa. On. Neo Ministro, ci pensi. Suggerimento da un suo ex collega milanese.

Giovanni Cappuccio