Pasquale Almirante 22/07/2014

A Ceretolo, una frazione di 5.990 abitanti facente parte del comune di Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna, i professori fuggono in contrasto con la gestione dell'istituto comprensivo da parte del dirigente. Anche le famiglie protestano che danno l'allarme

Dino Caudullo 22/07/2014

Importante decisione del Tar Lazio che riequilibra il numero delle assunzioni dei docenti di sostegno fra le graduatorie ad esaurimento e la graduatoria concorsuale

Reginaldo Palermo 21/07/2014

Giannini e Reggi stanno rispolverando il vecchio "progetto Aprea", ma ancora non è chiaro con quale strumento giuridico potrà essere condotto in porto. Se si trattasse di una legge delega i tempi sarebbe molto lunghi e la riforma potrebbe prendere avvio nel 2016/2017.

L.L. 21/07/2014

Un recente messaggio Inps garantisce il pagamento dell’ASpI e Mini-ASpI per il periodo di inattività lavorativa (luglio-agosto 2014) per i docenti con contratto a tempo determinato fino al 30/6/2014, assunti in ruolo con decorrenza giuridica 1/9/2013 ed economica 1/9/2014

Lucio Ficara 21/07/2014

Cosa bolle in pentola al Miur? Con precisione non è dato saperlo ma un’ipotesi molto reale di quello che sta per essere servito sul tavolo della riforma scuola c’è. Dai cassetti degli uffici dell’alta dirigenza del Miur sta per essere rispolverata, con qualche revisione e puntualizzazione, la legge Aprea.

Silvana La Porta 21/07/2014

In Italia, è risaputo, quando si pronuncia la parola “concorso” passa quasi un brivido lungo la schiena. E ciò vale in particolare per il mondo della scuola, dove i concorsi hanno sempre avuto una procedura lenta, farraginosa e con scadenze giurassiche.

Pasquale Almirante 21/07/2014

Toni allarmati per la ventilata riproposizione della legge Aprea sulla carriera dei docenti: iniziale, ordinario, esperto. Tuttavia occorre vedere bene come avverrebbe il passaggio da un "ruolo" all'atro. L'unico appiglio che abbiamo è l'art.17 della sua primitiva proposta; e l'art.18

Reginaldo Palermo 21/07/2014

Con il passare dei giorni il piano "Scuole belle" sta prendendo corpo. Adesso sta emergendo che gli appalti potranno partire sono nelle scuole che hanno già in corso i contratti per le pulizie. Tutte le altre dovranno consorziarsi in rete. Con quali risorse umane e finanziarie non si sa.

Aldo Domenico Ficara 21/07/2014

In un questionario sui dirigenti scolastici sviluppato all’interno di un seminario dell’associazione Treellle (seminario n. 13 aprile 2013) si pone la domanda “E' necessario essere stati insegnanti per diventare dirigenti?”. A questa domanda  rispondono 3 sistemi scolastici: Francia, Renania del Nord-Vestfalia e Inghilterra.

Alessandro Giuliani 21/07/2014

Così si è espresso il segretario generale Cgil, durante una manifestazione a Torino per la campagna 'Riformo io': siamo l'unico Paese in Europa che durante la crisi ha tagliato l'istruzione, sulle radici di un Paese. Bisogna ripristinare la scuola dell'obbligo, allungare l'obbligo fino a 18 anni, riconoscere che gli insegnanti sono una risorsa straordinaria: hanno tenuto il sistema mentre veniva svillaneggiato, ora meritano risposte straordinarie.

Silvana La Porta 21/07/2014

La Corte di giustizia dell’Unione europea con un ampio e dettagliato comunicato stampa chiarisce meglio la posizione dell’avvocato generale della Corte europea Maciej Szpunar sulla questione dell’assunzione dei precari della scuola.

Pasquale Almirante 21/07/2014

Certo che non ha senso, altrimenti perché dovrebbero essere costituite queste scuole? Infatti i genitori islamici pagano la retta per avere garantito il diritto di educazione all'Islam e se scorgono un prete cattolico fare lezione ai loro figli, possono anche imbizzarrirsi. Il preconcetto ideologico

Alessandro Giuliani 20/07/2014

Ma andando in pensione a 70-75 anni. L’idea è del magnate dei media messicano Carlos Slim, che è anche il secondo uomo più ricco al mondo: così ci sarebbe più tempo per il relax e per una migliore qualità della vita. Ma anche per affrontare meglio i problemi di produttività, longevità e il loro peso sulle finanze pubbliche. Per il riccone sudamericano pure l'istruzione va ripensata: serve a insegnare a ragionare, non a memorizzare.

Silvana La Porta 19/07/2014

E’ questo uno dei punti più dibattuti della proposta di riforma Giannini-Reggi, la querelle che sta facendo infuriare i precari della scuola, sorprendentemente anche quelli storici, non solo le giovani leve, visto che anche loro spesso sono stati costretti dai tagli programmatici di questi ultimi anni a ridursi ad accettare brevi incarichi di lavoro, magari dopo anni di incarichi annuali.

Alessandro Giuliani 19/07/2014

La denuncia è dei Comitati Trentini, che hanno sostenuto la lista l'Altra Europa con Tsipras alle ultime elezioni europee: per rimanere, la scuola le avrebbe chiesto una dichiarazione di 'innocenza' oppure di impegnarsi a trovare aiuto per risolvere il suo ‘problema’. Rifondazione Comunista: gravissimo episodio di omofobia, Costituzione ferita in più punti. Però la scuola interessata nega: mancato rinnovo solo per motivi economici.

Totale articoli: 4193