Home Attualità Invalsi 2018, errore nel test della primaria: “Antonio e Cleopatra sconfitti ad...

Invalsi 2018, errore nel test della primaria: “Antonio e Cleopatra sconfitti ad Anzio”?

CONDIVIDI

Altre polemiche per le prove Invalsi: così come segnala Unicobas, ma anche altri utenti, c’è un grossolano e grave errore nel test di quinta elementare: infatti una domanda confonde 2 località ben distinte: “Antonio e Cleopatra furono sconfitti nella battaglia di Anzio“, mentre invece, il luogo in cui furono sconfitti è quella di Azio, siamo nel 31 avanti Cristo, e non la località laziale.

“Ma quell’analfabeta che ha scritto il quiz Invalsi su Cleopatra, che scambia la battaglia di Azio per la ‘battaglia di Anzio’, gira per il Ministero col cappello da Napoleone?”, scrive Unicobas sulla propria pagina Facebook.

Repubblica.it riporta anche alcuni tweet in proposito: “Mi segnalano prove invalsi delle elementari secondo cui Antonio e Cleopatra avrebbero combattuto ad Anzio. Stavano in vacanza a Zoomarine e non ce l’hanno detto”. La risposta di un’altra utente: “anche loro avevano il problema del parcheggio” e un’altra aggiunge: “Io a Anzio sempre andata col treno, da Termini è un attimo”. Forse si tratta di un errore di battitura. Almeno così vogliamo sperare.

In mezzo alla notizia

Le polemiche

Si tratta dell’ultima polemiche relativa ai test di quest’anno: infatti, qualche giorno fa abbiamo riportato la bufera in merito alla domanda sul futuro:

Q10 Pensando al tuo futuro, quanto pensi che siano vere queste frasi?
– Raggiungerò il titolo di studio che voglio

– Avrò sempre abbastanza soldi per vivere
– Nella vita riuscirò a fare ciò che desidero
– Riuscirò a comperare le cose che voglio
– Troverò un buon lavoro

“Che le prove standardizzate fossero un errore è questione ormai chiara, riferisce Pino Turi della Uil SCuola. Se ne sono accorti anche negli States che li hanno adottati da anni, proposti al mondo intero e ora stanno tornando indietro. Ma che potessero influenzare anche i valori di riferimento, legarli al mercato e alle logiche di consumo appare inaccettabile”.

In precedenza, ci furono le polemiche per il primo anno di prove computer based per la scuola media, ma anche alle elementari e alle superiori non sono mancati i mugugni e le critiche. Alle scuole superiori si sono registrati molti boicottaggi, ad esempio.