Attualità

Asili nido e Pnrr, Valditara: ritardo di cui parla la Corte dei Conti? Colpa del vecchio Governo. Al lavoro per recuperare

Ieri, come abbiamo riportato, la Corte dei Conti si è espressa in merito al piano di potenziamento degli asili nido e delle scuole dell’infanzia previsto dal Pnrr, illustrando le numerose criticità relative al suo stato di avanzamento, suggerendo al ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara di accelerare.

Le criticità del bando per la realizzazione degli asili nido

Quest’ultimo, in un comunicato stampa, ha affrontato la questione, difendendosi. “In seguito al pronunciamento della Corte dei Conti in merito alle criticità sui tempi di realizzazione degli obiettivi nel Piano PNRR per asili nido e scuole dell’infanzia e servizi di educazione e cura per la prima infanzia, il Ministero dell’Istruzione e del Merito precisa: Il ritardo è maturato con riferimento a un cronoprogramma fissato a marzo 2022, ovvero precedente all’insediamento di questo governo”, ha esordito Valditara. Il capo del dicastero di Viale Trastevere sostiene di aver ereditato una situazione già compromessa dal suo predecessore Patrizio Bianchi.

Cosa ha fatto Valditara in merito?

Nella seconda parte del messaggio Valditara ha enumerato l’insieme delle azioni da lui attuate per mettersi in pari con le scadenze: “Sono state proposte norme di semplificazione per consentire ai Comuni di attivare più celermente le gare e per snellire le richieste di pareri preventivi. È in corso di definizione anche un Tavolo di semplificazione d’intesa con il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per ‘sburocratizzare’ le procedure di edilizia scolastica. È stato previsto, accogliendo una richiesta di Anci e d’accordo con il Mef, uno slittamento della scadenza interna di aggiudicazione dei lavori, dalla data inizialmente stabilita del 31 marzo 2023 al 31 maggio 2023, per una maggiore efficienza in vista della milestone europea al 30 giugno 2023”

“Il Ministro Valditara si è attivato subito per la definizione, d’intesa con Anci, di un accordo con Invitalia per supportare, con un accordo quadro, i Comuni nelle procedure di gara. È in corso di definizione anche una collaborazione con Consip S.p.a. per la messa a disposizione di bandi-tipo e schemi di capitolati da fornire agli enti locali per l’affidamento delle progettazioni e dei lavori. Inoltre, il Ministro ha attivato un sistema di supporto e accompagnamento, attraverso strutture tecniche del Ministero, in favore degli enti locali e delle scuole per assicurare un costante e capillare sostegno in tutte le fasi di attuazione dei progetti. Sono attivi webinar sia nazionali sia a livello locale, una specifica task force di supporto e linee telefoniche dedicate agli enti locali. Sarà attivato un sistema online che consentirà a tutti i cittadini di seguire l’attuazione degli interventi dei Comuni in base al loro cronoprogramma”, si legge ancora.

“Il Ministro Giuseppe Valditara è pienamente consapevole dell’importanza di questo tema anche per le particolari ricadute che esso ha sulla qualità della vita delle famiglie e delle donne italiane. Si impegna personalmente a seguire questo dossier con la massima attenzione”, ha concluso il leghista, che dice di essere attento sulla questione.

Redazione

Articoli recenti

Esami di Stato: una prof di Salerno racconta la sua esperienza

Gli Esami di Stato sono terminati e li racconto da spettatrice, tra i ragazzi, con…

15/07/2024

Valditara: implementare il rapporto scuola-aziende. Imprenditori prof dove mancano professionalità

Il problema ormai sembra essere quello di trovare manodopera specializzata per le industrie e che…

15/07/2024

Figlio Martina Colombari, l’attrice: “ha cambiato diverse scuole, punizioni ingiuste secondo lui. Ma la verità era un’altra”

Negli ultimi giorni Achille Costacurta, figlio di Billy e Martina Colombari, fa parlare di sé.…

15/07/2024

Alunno si diploma con 100 al liceo: “Mi dissero di fare il professionale. Ho trovato prof che ci facevano spostare le verifiche”

Sono moltissime le storie particolari degli studenti che hanno svolto la maturità quest'anno. Tra loro,…

15/07/2024