Home Personale Sostegno, le disposizioni per l’anno scolastico 2018/2019

Sostegno, le disposizioni per l’anno scolastico 2018/2019

CONDIVIDI

E’ stata diramata l’annuale circolare ministeriale sugli organici 2018/2019 che fornisce diverse indicazioni per la scuola, per quanto riguarda tutti gli ordini e i gradi.

Abbiamo analizzato i punti in merito la scuola primaria, la scuola dell’infanzia e la scuola media, la scuola superiore, e l‘istruzione professionale, mentre in questa scheda ci occuperemo dell’organico di sostegno, prendendo in riferimento la scheda Flc Cgil.

Nessuna novità

Sostanzialmente, non ci saranno novità per quanto riguarda il sostegno per il prossimo anno scolastico. Quindi, viene confermata la sentenza della Corte Costituzionale (n. 80 del 22 febbraio 2010) che ha dichiarato l’illegittimità della legge 244 del 24 dicembre 2007 (finanziaria 2008) su due punti:

In mezzo alla notizia

a) illegittimo il comma 413 dell’art. 2 nella parte in cui si prevede un tetto massimo al numero dei posti di insegnanti di sostegno;

b) illegittimo anche il comma 414, sempre dell’art. 2, nella parte in cui si fa divieto di assunzione di insegnanti di sostegno in deroga, in presenza di grave disabilità, “una volta esperiti gli strumenti di tutela previsti dalla normativa vigente”.

Per l’a.s. 2018/2019 l’amministrazione ha confermato la dotazione complessiva di posti di sostegno assegnata lo scorso anno per un totale di 100.080 come dato di massima. La dotazione è quella che viene presa a riferimento per definire l’organico di diritto.

Questa impostazione, in realtà, comporta che la concreta attuazione di quanto sentenziato dalla Corte Costituzionale (e cioè che sono illegittimi tetti predefiniti per ragioni contabili) potrà trovare effettivo riscontro solo nei posti in deroga all’organico di fatto dove, se necessario, si continuerà a superare il contingente complessivo già stabilito, con conseguente nomina di supplenti annuali su tutti i posti necessari.

Ancora posti in deroga e niente stabilizzazioni

Quindi, come scritto in precedenza, gli oltre 40 mila posti in deroga sul sostegno che vengono assegnati ogni anno, resteranno tali anche il prossimo anno scolastico, lasciando precari moltissimi insegnanti specializzati e soprattutto gli alunni disabili con la consueta latitanza della continuità didattica.

Infatti, il sostegno, può considerarsi il settore realmente maggiormente penalizzato dalla circolare annuale degli organici.
Quindi circa 150 milioni di euro della legge di bilancio 2018, saranno investiti in 3500 posti di cattedra comune, altri 800 dell’attuale organico potenziato saranno riservati all’Infanzia (dovevano essere 1000) e infine 1.162 posti destinati per la riforma degli Istituti Professionali.

Nota 16041 Del 29 Marzo 2018 Dotazioni Organiche Del Personale Docente Per L Anno Scolastico 2018 2019

CLICCA QUI per scaricare la nota