Home Disabilità A Palermo il primo confronto ufficiale su Hikikomori

A Palermo il primo confronto ufficiale su Hikikomori

CONDIVIDI

Il fenomeno degli Hikikomori, o ritiro sociale, scoperto negli anni ’80 in Giappone, diventa oggetto di confronto a Palermo proprio perchè la Sicilia è stata una delle prime regioni a definire un protocollo di azione congiunta con le scuole, per arginare il fenomeno scoprendone in tempo i campanelli d’allarme.

Il fenomeno si caratterizza quando i giovani, delusi dalla realtà, scelgono di vivere nella  propria stanza che diventa il proprio piccolo mondo, isolato da tutti e anche dalla famiglia e l’unico contatto con l’esterno è mediato dai dispositivi elettronici. 

Icotea

Considerato il diffondersi di questa sorta di patologia dell’isolamento, lunedì 16 maggio, al Teatro Politeama, dalle ore 9.30, alle ore 19 circa, tutti i principali attori del mondo dei giovani, della psicologia, della pediatria, della scuola, coinvolti dall’associazione Hikimori Italia Genitori, insieme all’istituto nautico di Palermo, si confronteranno su questo tema. Per l’occasione sarà presentato, alle ore 10.00, anche lo spettacolo “C’è nessuno”, scritto e interpretato da Gioacchino Cappelli, artista e figlio d’arte della nota attrice Lucia Sardo e del regista Marcello Cappelli, anch’egli Hikikomori risolto. 

Per informazioni e prenotazioni: [email protected], 3486561881 e 3662440587. Link per prenotarsi https://form.jotform.com/221174033404341