Home Didattica “A scuola per mare” contro la dispersione scolastica

“A scuola per mare” contro la dispersione scolastica

CONDIVIDI
  • Credion

Parte il progetto nazionale “A scuola per mare”, selezionato dall’impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del “Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile” che coinvolge cinque regioni (Sicilia, Lazio, Lombardia, Sardegna, Campania) e sette adolescenti di età compresa tra i 14 e i 18 anni.  Saranno in mare per 85 giorni in una grande barca a vela che si trasforma in scuola e palestra educativa . 

Il gruppo, partito da Porto Torres, è composto da sei ragazzi e una ragazza. Tre di loro frequentano l’istituto nautico, uno il linguistico, altri sono iscritti ai corsi di formazione professionale, uno di loro ha appena terminato il liceo scientifico-sportivo, mentre tre provengono dal circuito penale minorile.

Con loro uno staff di tre educatori coordinati da Valentina Gerli e Gabriele Gaudenzi, presidente di “APS I Tetragonauti”, l’associazione capofila del progetto. 

Ciò che aspetta i ragazzi è un lungo viaggio attraverso il Mar Tirreno in cui alla componente didattica (per ogni ragazzo è stato predisposto un percorso con la scuola di riferimento) si assoceranno numerose esperienze di particolare valore educativo. Il gruppo parteciperà alla campagna Back to life, organizzata in collaborazione con l’Acquario di Genova, che ha come obiettivo il contrasto all’abbandono della plastica in mare. Tra le attività in programma, al parco nazionale dell’Asinara, un corso con il rilascio del brevetto per l’attività subacquea.

Ancora, il gruppo sarà coinvolto in un percorso focalizzato sull’educazione alla legalità che inizierà all’Asinara lì dove Giovanni Falcone e Paolo Borsellino istruirono il maxi processo, che toccherà altri luoghi simbolo della lotta alle mafie e si concluderà in Sicilia.

Ma non finisce qui, perché un’altra esperienza di particolare valore sarà la settimana di navigazione “integrata”, dal 6 al 13 ottobre, con un gruppo di giovani con disabilità cognitiva del Servizio di formazione all’autonomia di Fagnano Olona della cooperativa sociale Il Granello.  

In questo periodo l’attività di A Scuola per Mare si svolgerà su due imbarcazioni: accanto a Lady Lauren, ci sarà la goletta Oloferne, messa a disposizione da Unione Vela Solidale.

Il viaggio di “A Scuola per Mare” terminerà a Catania il 15 novembre.

Il tema della dispersione scolastica si è aggravato con l’emergenza Covid che ha  allargato la forbice della diseguaglianza educativa nei confronti dei minori in condizioni di fragilità socio-economica. “Il nostro obiettivo -sottolineano gli ideatori- è dare loro una mano, offrire un’opportunità. L’esperienza maturata in diciotto anni di attività in mare con i ragazzi insegna che questo strumento funziona e dà concreti risultati”.  

In Italia il 13,5% dei giovani lascia la scuola prima del diploma e il 23,2% non è occupato né inserito in un percorso di formazione. 

Il progetto “A Scuola per Mare”, che ha durata triennale, si articola in due proposte. I moduli residenziali (primaverile e autunnale), in mare, e il modulo sperimentale territoriale.

Ogni modulo residenziale è composto da una fase di pre-navigazione; da una fase di navigazione; da una fase post in cui i ragazzi vengono accompagnati al reinserimento in percorsi formativi, di orientamento e di avviamento al lavoro. 

Il modulo sperimentale territoriale ha come base Monza dove è focalizzata l’attività dell’Associazione Antonia Vita – Carrobiolo Monza. 

I destinatari, anche qui, ma secondo un modello territoriale, sono ragazzi tra i 14 e i 18 anni, giovani che devono terminare la scuola primaria di primo grado o che frequentano i primi due anni delle scuole superiori e che sono a rischio di dispersione scolastica. 

Capofila del progetto è l’Associazione di Promozione Sociale I Tetragonauti Onlus che ha sede a Milano e propone opportunità educative di formazione e crescita a contatto con il mare. Partner del progetto sono Arcobaleno Cooperativa Sociale Tuscolana di Solidarietà Frascati, A.S.D. EterotopiaLaboratorio Navigante Palermo, Associazione Centro Koros Catania, A.P.S. Un Ponte nel VentoIschia, A.P.S. Giovani per il Sociale Porto Torres, Associazione Antonia Vita – Carrobiolo Monza.