Home Precari Assistenti di lingua italiana all’estero: 289 posti. Domande entro il 10 febbraio....

Assistenti di lingua italiana all’estero: 289 posti. Domande entro il 10 febbraio. Tutte le info

CONDIVIDI

Il Miur, con la nota 322/2018 del 9 gennaio, ha reso noto il numero provvisorio dei posti di assistente di lingua italiana all’estero, presso scuole di vario ordine e grado, per l’anno scolastico 2018/2019.

AVVISO Assistenti Italiani Estero Ilovepdf Compressed

A titolo indicativo nel 2017/2018 i posti disponibili sono stati: 36 posti in Austria, 3 in Belgio (lingua francese), 186 in Francia, 6 in Irlanda, 24 in Germania, 11 nel Regno Unito e 23 in Spagna.

In mezzo alla notizia

I posti indicati vengono offerti dai Paesi della Comunità europea, a neo laureati (dal 1 marzo 2016), di cittadinanza italiana, con età non superiore a 30 anni, che abbiano sostenuto almeno due esami relativi alla lingua e/o letteratura del Paese per il quale presentano domanda e due esami di lingua o linguistica italiana

Sono previsti specifici vincoli per la tipologia di laurea.

Si può presentare domanda per uno solo dei paesi indicati.

La domanda va compilata online entro il 10 febbraio 2018. Tutte le informazioni e le indicazioni utili sono reperibili nella sezione dedicata del sito del Miur.

La guida operativa

Guida Operativa AssistentiLingua ItalianaEstero 10.0

FAQ Assistenti Estero 2018

Come si diventa assistente di lingua italiana all’estero

Ogni anno il Miur gestisce lo scambio di assistenti di lingue tra il nostro paese e alcuni paesi europei con lo scopo di promuovere e favorire la diffusione delle rispettive lingue e culture. Per un anno scolastico i candidati selezionati affiancano i docenti di lingua italiana presso istituti scolastici stranieri e, analogamente, un contingente di assistenti provenienti dai paesi partner svolge lezioni, in compresenza con il docente di lingua e cultura straniera nelle scuole italiane selezionate d’intesa con gli Uffici scolastici regionali competenti.

L’attività di assistente di lingua

Per un anno scolastico i candidati selezionati affiancano i docenti di lingua italiana presso istituti scolastici stranieri per un numero di ore settimanali che varia a seconda del paese ospitante.

Paesi di destinazione

Il Miur gestisce lo scambio di assistenti di lingue con i seguenti paesi europei: Austria, Belgio, Francia, Irlanda, Regno Unito, Germania e Spagna.

Chi può candidarsi

La procedura è riservata a neolaureati di nazionalità italiana.

Requisiti per partecipare

Tra i requisiti fondamentali per partecipare alla procedura:

  • cittadinanza italiana;
  • non aver compiuto il 30° anno di età;
  • non essere già stato assistente di lingua italiana all’estero su incarico del Miur;
  • essere libero da impegni relativi agli obblighi militari e da rapporti di impiego o di lavoro con amministrazioni pubbliche nel periodo dell’incarico indicato nel bando;
  • non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti;
  • essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego;
  • aver conseguito un diploma di laurea specialistica/magistrale tra quelli indicati nel bando e nell’arco di tempo indicato nel bando;
  • aver sostenuto nel corso di laurea almeno due esami relativi alla Lingua o Letteratura o Linguistica del paese per il quale si presenta la domanda nei settori tecnico-scientifici indicati nel bando;
  • aver sostenuto nel corso di laurea almeno due esami relativi alla Lingua o Letteratura o Linguistica italiana nei settori tecnico-scientifici indicati nel bando.

Borse di studio

Agli assistenti di lingua italiana è riconosciuta una borsa di studio (di importo variabile) da parte del paese ospitante.