Home Archivio storico 1998-2013 Handicap Autismo chiama, scuola risponde

Autismo chiama, scuola risponde

CONDIVIDI
  • Credion
Il Servizio di Neuropsichiatria infantile dell’ASP di Catania in collaborazione con il Provveditorato di Catania e le Associazioni genitori, al fine di raggiungere tutti i docenti curriculari e di sostegno che operano in classi con la presenza di alunni affetti da disturbi dello spettro autistico.
Sono 181 alunni autistici certificati e frequentanti le scuole della provincia di Catania; di essi, 26 frequentano la scuola dell’infanzia; 89 la scuola primaria; 41 la scuola secondaria di primo grado e 25 le scuola secondaria di secondo grado.
Ciascuno di loro ha diritto ad un servizio scolastico che rispetti le esigenze specifiche e le metodologie da adottare devono essere necessariamente personalizzate.
Gli incontri di formazione hanno appunto lo scopo di coinvolgere nella problematica complessa dello studente afferente allo spettro autistico non solo il docente di sostegno, ma anche i docenti curricolari e quanti si relazionano all’alunno bisognoso di particolari attenzioni.
Nel corso degli incontri verranno forniti strumenti culturali relativi alla patologia in oggetto e verranno proposte specifiche indicazioni per attuare e qualificare i piani di lavoro educativo personalizzati con strategie e contenuti mirati ai bisogni della persona autistica.
E’ altresì utile e funzionale la partecipazione dei genitori dei bambini autistici a tali incontri anche al fine di operare delle scelte condivise e convergenti nella ricerca del bene dello studente
Gli incontri, organizzati e promossi dai nove CTRH (Centri di risorse per l’handicap) della Provincia, si svolgeranno di pomeriggio dalle ore 14,30 alle ore 20,00 secondo il seguente calendario: il 23 e il 24 gennaio presso l’Istituto “G. Parini” di Catania, coinvolgendo giorno 23 le scuole afferenti all’Asl 35 Catania, Motta e Misterbianco; giorno 24 le scuole ricadenti nei territori delle ex ASL 34 e 36; il 24 gennaio presso la Scuola “Nosengo” di Gravina; il 31 gennaio presso il C.D. “N. Spedalieri” di Bronte; il 6 febbraio presso l’Istituto “A. Narbone” di Caltagirone; il 20 febbraio, presso l’Istituto “G. Ponte” di Palagonia; il 22 febbraio presso l’Istituto “P. Vasta” di Acireale e presso la Scuola “Nosengo” di Gravina; il 27 febbraio presso l’Istituto “G.B. Nicolosi” di Paternò presso il C.D. “La Mela” di Adrano.
Il 30 gennaio alle ore 16,30 presso il Teatro ”Vitaliano Brancati” di Catania, andrà in scena lo spettacolo “Cenerentolaut” che tratta la problematica dell’autismo, favorendo un dibattito in sala tra gli spettatori.
Il 28 Febbraio alle ore 9,30 alle ore 13 avrà luogo presso l’Istituto Alberghiero di Catania (Monte Po – via Lizio) un incontro riservato ai Dirigenti e ai Docenti con Funzione Strumentale che coordinano l’azione del sostegno e dell’integrazione scolastica.
I seminari, indetti dal provveditore agli Studi, dott. Raffaele Zanoli, coordinati dalla dott.ssa Angela Rapicavoli dell’Ufficio H del Provveditorato, con il coinvolgimento del Capo Dipartimento di Salute mentale dell’ ASP CT, dott. Fichera; del Direttore dell’UOC del NPI territoriale dott.ssa Anna Fazio; il dott Renato Scelfo, responsabile dei servizi per l’autismo; il dott. Giancarlo Costanza, case-manager per l’autismo; e la disponibilità dei medici-relatori: Costa, D’Asero, Torre, Gambadoro, Ragusa, Cascarelli, Baeli, Ruggeri, Licciardi, Di Stefano, Malin, Mirabella, Sergi, Scuderi, Gugliemino, Ligresti e Carciotto, intende raggiungere tramite i docenti curricolari e di sostegno i 181 alunni autistici della provincia di Catania.

Particolarmente attivo e di sostegno all’iniziativa del seminario è il coinvolgimento delle associazioni delle famiglie dei bambini autistici: Autismo”; “Un futuro per l’autismo”; “Autismo oltre onlus”; “Oltre limite” e grazie alla loro collaborazione sarà possibile proseguire l’attività seminariale con esperienze di laboratorio didattico operativo in classe, così da dare concretezza alle indicazioni scientifiche e tecniche proposte dagli esperti.