Home Attualità Autonomia differenziata: nella legge di bilancio c’è qualche accenno importante

Autonomia differenziata: nella legge di bilancio c’è qualche accenno importante

CONDIVIDI
  • Credion

Finora se n’è parlato poco, ma nella legge di bilancio ci sono anche alcuni articoli che in qualche misura sembrano preludere ad un progetto più ampio di autonomia differenziata.

Gli articoli in questione sono almeno tre e riguardano altrettanti specifici aspetti: livelli essenziali delle prestazioni sociali per la non autosufficienza (articolo 43), livello essenziale della prestazione riferito ai servizi educativi per l’infanzia (articolo 44) e livelli essenziali delle prestazioni in materia di trasporto scolastico di studenti disabili (articolo 45).

Icotea

Ma cosa sono di preciso i LEP (livelli essenziali delle prestazioni)?
La questione viene affrontata nel primo comma dell’articolo 43 che chiarisce che i livelli essenziali delle prestazioni sociali (LEPS) sono costituiti dagli interventi, dai servizi, dalle attività e dalle prestazioni integrate che la Repubblica assicura con carattere di universalità su tutto il territorio nazionale per garantire qualità della vita, pari opportunità, non discriminazione, prevenzione, eliminazione o riduzione delle condizioni di svantaggio e di vulnerabilità.

Per quanto riguarda gli asili nido la legge stabilisce che entro il 2027 bisognerà assicurare un posto ad almeno il 33% dei bambini di età compresa fra i 3 e i 36 mesi, considerando anche i servizi privati.
Per raggiungere questo obiettivo saranno disponibili gli stanziamenti del PNRR per la costruzione di nuovi edifici o per l’ampliamento di quelli già esistenti, oltre che fondi per la gestione ordinaria stanziati dalla stessa legge di bilancio.