Home Attualità Bianchi sul 2 giugno: la scuola è presidio dei diritti e valori...

Bianchi sul 2 giugno: la scuola è presidio dei diritti e valori portati dalla Repubblica

CONDIVIDI

C’era anche il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi a Roma alle celebrazioni per la Festa della Repubblica, davanti l’Altare della Patria.

Le parole del ministro dell’Istruzione

“Oggi festeggiamo la nascita della nostra Repubblica – ha detto Bianchi -, una data fortemente legata alla missione della scuola, che è presidio di democrazia, diritti, condivisione dei valori e dei principi della nostra Costituzione“.

Icotea

“Con il 2 giugno si conclude il percorso della ‘via sacra’ della nostra Repubblica, iniziato il 25 aprile e proseguito il 1° maggio – conclude il Ministro -. Tre date fondamentali, riassunte nel primo articolo della nostra Costituzione, che la scuola custodisce e trasmette alle cittadine e ai cittadini di domani”.

Il concorso “Il Milite Ignoto: Patria e Memoria”

Assieme a Bianchi c’era anche una delegazione di studentesse e studenti, vincitori del concorso “Il Milite Ignoto: Patria e Memoria”: i ragazzi hanno consegnato gli elaborati vincitori al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’iniziativa, rivolta alle scuole di ogni grado, ha proposto la realizzazione di un elaborato grafico per ricordare la figura del Milite Ignoto, in occasione del Centenario della traslazione all’Altare della Patria, con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sul tema della memoria storica.

Queste sono le scuole vincitrici del concorso “Il Milite Ignoto: Patria e Memoria”: IC “Rita Levi Montalcini” di San Giorgio del Sannio (BN); Liceo “Quinto Ennio” di Gallipoli (LE); 3° Circolo Didattico “D’Annunzio” di Trani; Scuola dell’infanzia “Madonna dell’Annunciazione” di Mira (VE).

Il concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola.

Nel pomeriggio sono state quindi premiate le scuole vincitrici del concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione“, l’iniziativa realizzata in collaborazione con il Senato della Repubblica, dalla Camera dei Deputati e dal ministero dell’Istruzione per coinvolgere le studentesse e gli studenti, insieme ai loro docenti, in un percorso di conoscenza e di approfondimento della nostra Carta costituzionale.

Le scuole vincitrici del concorso “Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione” sono diverse.

Categoria 1: conoscenza e valorizzazione della Costituzione ISISS “P. Gobetti” di Scandiano (RE), titolo: “Una Costituzione da vivere”; Liceo scientifico “F. Quercia” di Marcianise (CE), titolo: “(In)canti della Costituzione – Come si fabbrica il diritto alla libertà e alla dignità dell’uomo”.

Categoria 2: ricerca e rielaborazione culturale ITI “Torricelli” di Sant’Agata di Militello (ME), titolo: “Costituzione e lavoro: di lavoro si deve vivere, non morire!”.

Categoria 3: originalità ideativa e progettuale Liceo classico “Tito Livio” di Padova, titolo: “La Carta Lavorista”; ISISS M.O. “L. Dal Cero” di San Bonifacio (VR), titolo: “Don’t live by fishing and sniffing cookies! (Non vivere pescando e annusando biscotti!)”.

Premio speciale per l’utilizzo innovativo delle tecnologie informatiche a fini didattici (Premio “Marta Genoviè de Vita”) IP Servizi “Galvani Iodi” di Reggio Emilia, titolo: “Il Costituzionometro”.

Premio speciale per il coinvolgimento e la valorizzazione del territorio attraverso iniziative di promozione della legalità (Premio “Alessandra Siragusa”) IS “Magnaghi” di Salsomaggiore Terme (PR), titolo: “CostituzionalMENTE tutelati”; IS – ITC “E. Sereni” di Afragola (NA), titolo: “Fiore violato: il silenzio che danna!”.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook