Home Archivio storico 1998-2013 Generico Biodiversità e cura dell’ambiente: gli studenti incontrano il Capo dello Stato

Biodiversità e cura dell’ambiente: gli studenti incontrano il Capo dello Stato

CONDIVIDI
  • Credion
Si è svolta il 14 maggio, nella Tenuta di Castelporziano, la Festa della Primavera, che ha visto coinvolto un nutrito gruppo di rappresentanze studentesche alla presenza del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Nel corso della manifestazione, dedicata all’anno internazionale per la biodiversità, sono intervenuti il sottosegretario del ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, Guido Viceconte, il sottosegretario di Stato del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Roberto Menia, e il professor Tommaso Scarascia Mugnozza, presidente dell’Accademia nazionale delle scienze.
L’iniziativa, condotta da Licia Colò, è stata caratterizzata anche dalla presentazione dei progetti didattici “Da discarica abusiva a finestra per ammirare le Madonie”, curato da alcuni studenti della scuola ‘Falcone e Borsellino’ di Lascari, e “Un parco per sognare” da parte di alcuni ragazzi dell’Istituto Penale Minorile di Nisida. L’orchestra del Conservatorio di Musica ‘F.A. Bonporti’ di Trento e il coro ‘Vocilandia’ dell’Istituto ‘Giovanni XXIII’ di Sciacca hanno eseguito alcuni brani.
Dopo la premiazione delle scuole vincitrici del concorso “Naturalmente…scuola”, alcuni alunni hanno avuto anche l’opportunità di porgere delle domande al Capo dello Stato. Molta simpatia ha destato la richiesta a Napolitano sull’osservanza della raccolta differenziata all’interno della tenuta presidenziale: “potresti farti un giro – la risposta del Presidente –  e verificare di persona”. La moglie di Napolitano ha simpaticamente ammesso di dire al personale che getta sigarette a terra di riprenderle perché gli sono inavvertitamente cadute: “spesso la risposta è – ha raccontato la signora Clio – che la sigaretta è stata fatta cadere apposta. Ma allora io ribatto: a casa vostra fate così?”.