Home Didattica Come aiutare gli studenti a memorizzare i contenuti

Come aiutare gli studenti a memorizzare i contenuti

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Perchè gli studenti dimenticano? Problemi di memoria o di apprendimento? 
La memoria è quella capacità del cervello di conservare informazioni, ovvero quella funzione psichica o mentale volta all’assimilazione, alla ritenzione e al richiamo, sotto forma di ricordo, di informazioni apprese durante l’esperienza o per via sensoriale.

La memoria è presente, a vari livelli, in tutti gli esseri animali; la caratteristica principale della memoria risiede nel fatto che non esiste nessuna azione o atteggiamento senza memoria, come ad esempio la condotta sociale, o nell’apprendimento animale. 
Certamente possiamo considerare la memoria come una delle basi su cui poggia la conoscenza umana, proprio per quella capacità di apprendimento insito nell’esperienza sensoriale.

Uno dei problemi che da sempre attanagliano gli insegnanti è rappresentato proprio dalla memoria degli alunni, cioè la capacità di immagazzinare le informazioni apprese a scuola sotto forma di lezione o attività didattica di vario tipo.

ICOTEA_19_dentro articolo

Premesso che la memoria è un fattore spesso soggettivo, che muta di persona in persona, esistono dei limiti oggettivi che difficilmente possono essere scalfiti. Tuttavia, nulla è perduto per i docenti. Infatti, ci sono diverse metodologie capaci di stimolare la memoria degli alunni e quindi garantirne un apprendimento efficace.

A tal proposito, la Tecnica della Scuola, ente accreditato per la formazione professionale dei docenti, organizza un corso online in modalità webinar, dal titolo “Perchè gli studenti dimenticano?”, in cui vengono affrontate le problematiche e le criticità della memoria e vengono proposte nuove metodologie tese a favorire un maggior “assorbimento” delle informazioni per gli studenti,  da esercitazioni pratiche ad approcci innovativi di insegnamento della disciplina.

29 30settembre memoria

Le caratteristiche metodologiche del corso sono:

– Approccio didattico di tipo interattivo-partecipativo e costruttivistico, inquiry teaching

– Raccordo con le più recenti acquisizioni scientifiche nel campo della psicologia e della psicopedagogia, delle scienze cognitive e delle neuroscienze

– Attenzione alla dimensione operativa e strategica, collettiva e sistemica al tema, nelle sue ricadute sulla quotidiana prassi didattica

– Follow-up e interventi di accompagnamento nel post-corso

Il webinar si svolgerà in due incontri il 29 e il 30 settembre, dalle ore 16 alle ore 18.30

Per tutte le info CLICCA QUI

Preparazione concorso ordinario inglese