Home Attualità Concorso docenti a rischio per le “stranezze” della notte prima degli esami

Concorso docenti a rischio per le “stranezze” della notte prima degli esami

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nubi scure si stanno addensando sul concorso straordinario per docenti della scuola secondaria.
Sui social si stanno già moltiplicando dubbi, illazioni, segnalazioni e quant’altro.
E il senatore della Lega Mario Pittoni ha già deciso da dare voce alle proteste e in un suo comunicato:  “Si profila una questione, che pare coinvolgere molte persone: le troppe coincidenze che riguardano picchi di ricerca notturni su Google riferiti a parole chiave legate a quelle che poche ore dopo risultano essere le domande del concorso. Stiamo segnalando tali “stranezze” a chi di dovere e ricordiamo che può farlo qualunque cittadino, associazione o gruppo d’interesse”.

In particolare le stranezze riguarderebbero presunti “picchi” di ricerche relativi alla “canestra di frutta di Caravaggio” e al “poema di Robert Frost”, che sono stati argomento di prove d’esame in due diverse classi di concorso.
Pittoni parla persino della possibilità di segnalare i fatti alla Polizia postale e anche alla Procura della Repubblica.
Immediatamente su FB è partita la parola d’ordine “annulliamo i concorsi” con la conseguente soluzione “assumiamo tutti senza concorso”.

Quanto sta accadendo appare del tutto coerente con il clima di sfiducia in cui sono ormai avvolti i concorsi della scuola.
Difficile capire come uscire da una situazione così complessa e “incancrenita”. Ma non è da escludere che si debba iniziare a pensare alla presenza di ufficiali della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e della Polizia di Stato nelle commissioni di concorso e fra il personale di vigilanza durante le prove.

ICOTEA_19_dentro articolo
Preparazione concorso ordinario inglese