Home Attualità Concorso docenti a rischio per le “stranezze” della notte prima degli esami

Concorso docenti a rischio per le “stranezze” della notte prima degli esami

CONDIVIDI
  • GUERINI

Nubi scure si stanno addensando sul concorso straordinario per docenti della scuola secondaria.
Sui social si stanno già moltiplicando dubbi, illazioni, segnalazioni e quant’altro.
E il senatore della Lega Mario Pittoni ha già deciso da dare voce alle proteste e in un suo comunicato:  “Si profila una questione, che pare coinvolgere molte persone: le troppe coincidenze che riguardano picchi di ricerca notturni su Google riferiti a parole chiave legate a quelle che poche ore dopo risultano essere le domande del concorso. Stiamo segnalando tali “stranezze” a chi di dovere e ricordiamo che può farlo qualunque cittadino, associazione o gruppo d’interesse”.

In particolare le stranezze riguarderebbero presunti “picchi” di ricerche relativi alla “canestra di frutta di Caravaggio” e al “poema di Robert Frost”, che sono stati argomento di prove d’esame in due diverse classi di concorso.
Pittoni parla persino della possibilità di segnalare i fatti alla Polizia postale e anche alla Procura della Repubblica.
Immediatamente su FB è partita la parola d’ordine “annulliamo i concorsi” con la conseguente soluzione “assumiamo tutti senza concorso”.

Icotea

Quanto sta accadendo appare del tutto coerente con il clima di sfiducia in cui sono ormai avvolti i concorsi della scuola.
Difficile capire come uscire da una situazione così complessa e “incancrenita”. Ma non è da escludere che si debba iniziare a pensare alla presenza di ufficiali della Guardia di Finanza, dei Carabinieri e della Polizia di Stato nelle commissioni di concorso e fra il personale di vigilanza durante le prove.