Home Generale Concorso Miur-Assirem “Sonno… o son desto…”: il bando scade il 15 febbraio

Concorso Miur-Assirem “Sonno… o son desto…”: il bando scade il 15 febbraio

CONDIVIDI

E’ prevista per il 15 febbraio la scadenza del bando di concorso “Sonno… o son desto…”, rivolto a tutti gli istituti scolastici, nato in seguito al recente Protocollo d’intesa stipulato da ASSIREM (Associazione Scientifica Italiana per la Ricerca e l’Educazione nella Medicina del Sonno), in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, per sensibilizzare le giovani generazioni sull’importanza del sonno per lo sviluppo psicofisico dei bambini ed adolescenti e per la prevenzione delle patologie da deprivazione di sonno e per una migliore qualità della vita.

La perdita di sonno

Il concorso ha lo scopo di contribuire a divulgare, non solo tra gli studenti, ma anche tra gli insegnanti e le famiglie, una maggiore attenzione al sonno e dei corretti stili di vita per favorirlo.

Nonostante il sonno sia un elemento fondamentale per la nostra salute e per il nostro
benessere, si legge sul bando, le società sviluppate hanno sempre meno dato importanza al sonno, riducendo negli ultimi 50 anni di circa 2 ore le ore dedicate al sonno.

ICOTEA_19_dentro articolo

La riduzione di sonno ha riguardato non solo la popolazione adulta ma anche le giovani generazioni, con importanti conseguenze per la loro salute. Basti dire che tra le cause di esplosione dell’obesità a livello mondiale la deprivazione di sonno è considerato un elemento fondamentale. Inoltre aumenta la possibilità di sviluppare diabete, ipertensione, infiammazione cronica e patologie cardiocircolatorie anche nei giovani.

Grazie al coinvolgimento delle scuole primarie e secondarie di tutta Italia, attraverso la distribuzione di materiale informativo gratuito, ma anche mediante la presenza presso le scuole di psicologi e medici esperti in medicina del sonno, verranno promossi percorsi educativi che valorizzino l’importanza del sonno nel promuovere stili di vita adeguati a prevenire le patologie ad esso correlate.

Ecco come partecipare al concorso

I partecipanti sono chiamati a realizzare un lavoro individuale o di gruppo sotto forma di
videoclip, racconto fotografico o opera artistica.

a) Il videoclip dovrà avere una durata massima di 3 minuti in formato .mov, mpeg4,avi, wmv, flv, mp4.

b) Il racconto fotografico, composto da 3 ad un massimo di 5 scatti, dovrà essere presentato in formato jpg che abbia in sé un’idea di narrazione.

c) Quadri realizzati con diverse tecniche, sculture, ecc.

Tutti i lavori devono essere inediti a cura e responsabilità dell’autore/i.

LEGGI IL BANDO

L’ALLEGATO A