Home Concorsi Concorso ordinario STEM, come si svolgeranno le prove

Concorso ordinario STEM, come si svolgeranno le prove

CONDIVIDI

Con il bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale il giorno 1 marzo 2022 sono stati riaperti i termini di partecipazione alle procedure concorsuali relative alle classi di concorso A020 – Fisica, A026 – Matematica, A027 – Matematica e Fisica, A028 – Matematica e Scienze, A041 – Scienze e tecnologie informatiche, cioè delle cosiddette materie STEM.

BANDO

I candidati possono presentare istanza di partecipazione al concorso a partire dalle ore 9,00 del 2 marzo 2022, fino alle ore 23,59 del 16 marzo 2022.

Icotea

Il concorso si svolgerà secondo le regole di cui al Decreto dipartimentale n. 23 del 5 gennaio 2022.

La prova scritta

Ci sarà dunque una prova scritta, computer-based, distinta per ciascuna classe di concorso, che consiste nella somministrazione di 50 quesiti, di cui:

  • quaranta quesiti a risposta multipla distinti per ciascuna classe di concorso, volti all’accertamento delle competenze e delle conoscenze del candidato sulle discipline afferenti alla classe di concorso stessa
  • cinque quesiti a risposta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue
  • cinque quesiti a risposta multipla sulle competenze digitali inerenti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per potenziare la qualità dell’apprendimento.

Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato. La prova ha una durata massima di 100 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104. Non si dà luogo alla previa pubblicazione dei quesiti.

La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

La prova orale

I candidati che hanno superato la prova scritta, sono ammessi a sostenere la prova orale, le cui tracce sono predisposte dalle commissioni giudicatrici.

Per la valutazione della prova orale la commissione ha a disposizione un massimo di 100 punti. La prova orale è superata dai candidati che conseguono il punteggio minimo di 70 punti su 100.

Nell’ambito dell’orale, per le classi di concorso A20, A27 e A28 è prevista anche una prova pratica.

Superano la prova orale i candidati che conseguono un punteggio complessivo minimo di 70 punti su 100.

La valutazione dei titoli

Le commissioni giudicatrici procedono alla valutazione dei titoli nei confronti dei soli candidati che abbiano superato le prove orali.

Ai titoli accademici, scientifici e professionali viene attribuito il punteggio massimo complessivo di 50 punti.

Le graduatorie di merito regionali

La commissione giudicatrice, a seguito degli esiti della prova scritta, della prova orale e della valutazione dei titoli, procede alla compilazione delle graduatorie di merito regionali distinte per classi di concorso. Il punteggio finale è espresso in duecentocinquantesimi.

I POSTI MESSI A CONCORSO