Home Concorsi Concorso secondaria, il giorno della prova scritta è necessario esibire la ricevuta...

Concorso secondaria, il giorno della prova scritta è necessario esibire la ricevuta del versamento del contributo di segreteria

CONDIVIDI

Il giorno della prova scritta del concorso ordinario docenti della scuola secondaria di I e II grado è necessario che i candidati abbiano con sé ed esibiscano al personale addetto la ricevuta di versamento del contributo di segreteria.

Ricordiamo infatti che l’art. 4, comma 5, del D.D. 21 aprile 2020, n. 499, ha previsto che “Per la partecipazione alla procedura è dovuto, ai sensi dell’art. 1, comma 111, della legge 13 luglio 2015, n. 107 nonché dell’art. 11, comma 6 del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’Università e ricerca 9 aprile 2019 n. 327, il pagamento di un contributo di segreteria pari ad euro 10,00 per ciascuna delle procedure per cui si concorre. Il pagamento deve essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario con causale: «concorso ordinario – regione – classe di concorso/tipologia di posto – nome e cognome – codice fiscale del candidato» e dichiarato al momento della presentazione della domanda on line oppure attraverso il sistema «Pago In Rete»

Icotea

A seguire, l’art.4 comma 2 del D.D. 5 gennaio 2022, n. 23 ha disposto che “I candidati, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità, del codice fiscale, della certificazione verde COVID 19 e della ricevuta di versamento del contributo previsto per la partecipazione alla procedura
concorsuale, devono presentarsi nelle rispettive sedi di esame
”.

I candidati che abbiano effettuato un pagamento la cui causale è carente dei dati essenziali previsti dal Bando sono tenuti a presentare, il giorno della prova scritta, autodichiarazione corredata di copia del documento di identità ai sensi dell’art. 46 e segg. del DPR 445/2000.

In proposito l’USR Piemonte ha predisposto un modello che è possibile scaricare e compilare.

AUTOCERTIFICAZIONE

Alcuni USR consentono anche una regolarizzazione a posteriori (entro 5 giorni), come ad esempio nel caso dell’Ufficio Scolastico per il Veneto. In questi casi i candidati sono ammessi alle prove scritte con riserva.