Home Attualità Conte punta sulla DaD alle superiori: “Così alleggeriamo i mezzi pubblici”

Conte punta sulla DaD alle superiori: “Così alleggeriamo i mezzi pubblici”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Torna a parlare il premier Conte sulle misure del nuovo Dpcm e sulla scelta di incrementare la didattica digitale integrata alle scuole superiori, centrando il punto critico che nei mesi scorsi è stato più volte sottolineato: i trasporti.

Il presidente del Consiglio in un’intervista a Il Fatto Quotidiano spiega a proposito dei nuovi provvedimenti: “Non abbiamo deciso queste chiusure indiscriminatamente- continua Conte- Tutte le misure messe in campo rispondono alla necessità di tenere sotto controllo la curva dei contagi”.

Con lo smart working e il ricorso alla didattica a distanza nelle scuole secondarie di secondo grado, prosegue Conte, puntiamo a ridurre momenti di incontri e soprattutto l’afflusso nei mezzi di trasporto durante il giorno, perché sappiamo che è soprattutto lì che si creano affollamenti e quindi occasioni di contagio”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il premier infatti è consapevole che “acquistare subito centinaia di nuovi mezzi pubblici è impossibile, per questo andava decongestionato il sistema del trasporto pubblico agendo su scuola e lavoro e altre occasioni di uscita come lo sono l’attività sportiva in palestre e piscine”.

DPCM firmato il 24 ottobre 2020 (versione definitiva)

GLI ALLEGATI AL DPCM

Preparazione concorso ordinario inglese