Home Attualità Contratti Covid: sindacati e Ministero al lavoro per far quadrare i conti

Contratti Covid: sindacati e Ministero al lavoro per far quadrare i conti

CONDIVIDI
  • Credion

E’ di poche ore fa la notizia della convocazione dei sindacati da parte del Ministero per le 16 del 28 dicembre.
All’ordine del giorno c’è il tema della proroga dei contratti Covid.
All’incontro sono invitati a partecipare non solo i sindacati del comparto ma anche quelli dell’area dei dirigenti scolastici.
Risolto il nodo politico delle risorse da destinare alle proroghe si tratta adesso di capire come poterle concretamente utilizzare.
La legge di bilancio in via di approvazione alla Camera stanzia complessivamente 400 milioni che potranno essere usati sia per i contratti dei docenti sia per quelli del personale ATA.
Al momento l’orientamento prevalente del Ministero sembra essere quello di garantire le proroghe fino al 31 marzo perché quella è la data in cui dovrebbero scadere le regole per l’emergenza.
Ma ci sono anche altre opzioni, come per esempio quella di prorogare i contratti dei docenti fino al termine delle lezioni e usare le risorse residue per gli altri.
Una ulteriore possibilità è quella di assegnare alle scuole un fondo calcolato con criteri omogenei per l’intero territorio nazionale e lasciare le stesse scuole libere di decidere come procedere.
Nel corso dell’incontro odierno dovrebbe però essere chiarito un punto di non poco conto: i sindacati, infatti, chiedono una verifica precisa sull’entità precisa delle risorse spese, perché pare che lo stanziamento del 2021 non sia stato speso completamente.
Si parla di un probabile avanzo di un centinaio di milioni di euro: se così fosse, si potrebbe forse ragionare con maggiore fiducia sulla possibilità di prorogare i contratti anche un altro paio di mesi.