Home Attualità Coronavirus, a scuola con Skype per evitare il contagio da Covid-19

Coronavirus, a scuola con Skype per evitare il contagio da Covid-19

CONDIVIDI
webaccademia 2020

L’emergenza sanitaria per il coronavirus è legata ai numeri: se il contagio coinvolgesse tantissime persone contemporaneamente si correrebbero rischi gravissimi.

Rischio blocco dei servizi

Infatti, si dovesse ammalare o mettere in quarantena il 20 per cento della popolazione italiana, si bloccherebbero i servizi, si intaserebbero gli ospedali e si darebbe un grosso colpo alla produttività del Paese.

Dunque quale soluzione, considerato pure che ci vorrà almeno un anno per  trovare il vaccino e che  la sindrome influenzale continuerà a diffondersi sino a primavera inoltrata?

ICOTEA_19_dentro articolo

Piattaforme tipo Skype o FaceTime

Secondo un editoriale della Stampa, durante il picco dell’epidemia le scuole potrebbero lasciare a casa i propri allievi e sostituire l’insegnamento diretto con piattaforme tipo Skype o FaceTime. Le aziende potrebbero attuare il tele-lavoro e anche piccole azioni quotidiane come smettere di fare la spesa possono avere una grande incidenza nel blocco della diffusione del virus: si potrebbe ad esempio potenziare la consegna a domicilio.

Anche le visite mediche

Persino il medico che deve visitare un paziente potrebbe farlo da remoto, attraverso un computer. Esistono, e in questo momento più che mai vanno adottati, strumenti validi per contrastare i virus frapponendo una barriera tra noi e loro.

Quindi, si legge sempre sull’editoriale, il nostro unico strumento di lotta è rallentare il contagio.

Preparazione concorso ordinario inglese