Home Attualità Coronavirus, Dadone: “Smart working nella Pa diventerà ordinario. Sulle ferie solo quelle...

Coronavirus, Dadone: “Smart working nella Pa diventerà ordinario. Sulle ferie solo quelle degli anni precedenti”

CONDIVIDI

La richiesta di usufruire delle ferie in questo periodo di chiusura o riduzione dell’attività dovuta all’emergenza coronavirus, è valida ma solo per le ferie arretrate, non per quelle ancora da accumulare nel corso del 2020.

Lo ha chiarito la ministra della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone.

“Si può fare, ed è giusto, per le ferie degli anni precedenti, non per quelle di quest’anno”, ha detto.

ICOTEA_19_dentro articolo

Non solo. Lo smart working potrebbe diventare per legge la regola nelle amministrazioni pubbliche, passando da sperimentazione a ordinarietà.

Nel decreto in arrivo al prossimo cdm, che conterrà le misure economiche per fronteggiare l’impatto del coronavirus, ha spiegato, “ci sarà anche un intervento che trasforma lo smart working in ordinario, vorremmo coprirlo con una norma”.

Ecco la direttiva del Ministero della Pubblica Istruzione (CLICCA QUI) 

 

CORONAVIRUS – TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

DPCM dell’11 marzo 2020