Home Attualità Covid Umbria, dall’8 febbraio scuole in DAD nella provincia di Perugia e...

Covid Umbria, dall’8 febbraio scuole in DAD nella provincia di Perugia e in sei comuni di quella di Terni

CONDIVIDI

Alla luce dell’aumento del numero di casi Covid in alcuni territori umbri e a seguioto della accertata circolazione nel territorio regionale di due varianti del virus, la Sanità umbra, sentito il parere del Comitato tecnico scientifico regionale e nazionale e seguendo anche le indicazioni dell’Istituto Superiore di Sanità, ha delineato alcune misure più restrittive, inserite in una nuova ordinanza.

Il provvedimento prevede da lunedì 8 sino a domenica 21 febbraio misure riconducibili a quelle previste nel Dpcm del 14 gennaio per la Fascia Rossa che sarà “rafforzata”che riguarderanno tutti i Comuni della provincia di Perugia nonché Amelia, Attigliano, Calvi dell’Umbria, Lugnano in Teverina, Montegabbione, San Venanzo in provincia di Terni.

Icotea

Per tutto il restante territorio regionale rimangono in vigore i provvedimenti previsti nel medesimo Dpcm per la Fascia Arancione.

Per i suddetti Comuni, sarà prevista la didattica a distanza per le classi delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, statali e paritarie e saranno sospesi tutti i servizi socio educativi per la prima infanzia – fino a 36 mesi di età – pubblici e privati ed i servizi educativi delle scuole dell’infanzia, statali e paritarie.

Ordinanza n.14 del 6 febbraio 2021

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e testo
Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "EMERGENZA COVID-19 INDICAZIONI E NORME DI COMPORTAMENTO GENERALE ISTRUZIONE ZONA ARANCIONE Regione Umbria Le attività didattiche delle scuole secondarie di secondo grado, statali paritarie, sono svolte in presenza nella misura 50% della popolazione studentesca. disposizioni presente articolo applicano anche agli studenti iscritti per l'anno formativo 2020/2021 corsi istruzione e formazione professionale (leFP) presso le agenzie formative Istituti Professionali Statali regime di sussidiarietà. Le università predispongono, base all'andamento del quadro epidemiologico, piani organizzazione della didattica delle attività curriculari, da svolgersi distanza in presenza, che tengono conto delle esigenze formative dell' 'evoluzione del quadro pandemico territoriale. UmbriaDigitale"