Home Attualità Crolli e incidenti nelle scuole: l’ultimo caso alll’IC3 di Carmagnola, Torino

Crolli e incidenti nelle scuole: l’ultimo caso alll’IC3 di Carmagnola, Torino

CONDIVIDI
  • Credion

Il 19° rapporto di Cittadinanza Attiva, pubblicato a fine settembre 2021, sulla sicurezza nelle scuole mostra un panorama a dir poco inquietante: nell’anno scolastico 2020-2021 sono state 17mila le aule in sovrannumero, il 54% degli istituti è privo di un certificato di agibilità e trentacinque sono gli episodi di incidenti, per un totale di quattro feriti.

Stando al rapporto, numeri peggiori riguardano il certificato di prevenzione incendi, che manca al 59% degli istituti, e leggermente migliori per il collaudo statico (il documento che garantisce l’idoneità strutturale), di cui è privo il 39% degli edifici scolasti

Icotea

Se si guarda al documento di valutazione dei rischi, questo è presente nel 78% delle scuole, mentre il piano di emergenza lo è in quasi l’80%, anche se – fa notare il report – gran parte degli istituti non li ha aggiornati in seguito alla riorganizzazione degli spazi per fronteggiare la pandemia da coronavirus e emerge anche che non sono state effettuate le prove di emergenza legate ai rischi di alluvioni e terremoti

Se l’attenzione si sposta ad incidenti, crolli e feriti, nel periodo di tempo compreso tra il 2 ottobre 2020 e il 4 agosto 2021, sono 35 gli episodi di crolli avvenuti in Italia, insieme a casi di distacchi di intonaco, finestre, muri di recinzione, alberi caduti nei pressi delle scuole e incendi. In tutto, sono 4 le persone rimaste ferite.

Il report analizza anche la collocazione geografica e narra che 10 episodi si sono registrati tra le regioni del Sud e delle Isole, 16 al Nord e 9 al Centro Il report parla di “tragedie sfiorate”, perché molti incidenti si sono verificati di notte, nei weekend, in didattica a distanza o in altri periodi di chiusura delle scuole.  Dal 2013 a oggi il numero di crolli censiti è di 361, per un totale di 63 feriti.

Per saperne di più https://www.cittadinanzattiva.it/files/primo_piano/scuola/rapporto-scuola-xix/XIX-Rapporto.pdf

L’IC3 di Carmagnola: crolla un pannello del controsoffitto

È in questo quadro che si colloca l’incidente verificatosi lunedì 20 dicembre nell’Istituto Comprensivo 3 di Carmagnola, il comune di circa 30.000 abitanti a 30 chilometri da Torino. Nella sala adiacente alla mensa della scuola elementare di corso Sacchirone una porzione del controsoffitto del magazzino, accanto ai locali della ristorazione, è crollata, probabilmente a causa dei lavori che una ditta stava compiendo nei bagni del piano superiore. Il pannello è caduto sulla testa di una dipendente della società che si occupa della mensa e che è rimasta ferita, dopo essere stata colpita da un pannello caduto dall’alto, per fortuna di polistirolo, fatto apposta per sbriciolarsi; per accertamenti è stata comunque portata in ospedale, pur non avendo subito gravi ferite.

Da giorni avevamo segnalato alcune copiose perdite di acqua, provenienti dal soffitto nei locali di lavaggio adiacenti alla mensa. Questo, racconta la Direttrice dei Servizi Generali Ammnistrativi, la dottoressa Filomena Bufano, insieme all’accumulo dei detriti ha probabilmente prodotto il crollo. Abbiamo comunque subito rassicurato i genitori sulla sicurezza dei locali mensa e sulla fruibilità da parte dei bambini e delle bambine.

I vigili del fuoco e i carabinieri sono intervenuti immediatamente sul posto per fare dei controlli nell’area del crollo; il sindaco Ivana Gaveglio ha dichiarato alla stampa che i bambini hanno comunque potuto consumare regolarmente i loro pasti nell’edificio adibito alla mensa, che è rimasto sempre agibile. Attualmente  la porzione della scuola interessata è sotto sequestro.