Home Didattica Dal Rav al Pdm: monitorare gli esiti del Ptof

Dal Rav al Pdm: monitorare gli esiti del Ptof

CONDIVIDI

Quale sistema di valutazione e di autovalutazione nella scuola dell’autonomia? Come rendicontare in modo adeguato ed efficace? Come produrre miglioramento nell’organizzazione scolastica? Tutti interrogativi che hanno a che fare con la corretta predisposizione del Rav e del Pdm VAI AL CORSO

All’interno del Sistema Nazionale di Valutazione (D.P.R. 80/2013), il miglioramento si configura come un percorso mirato all’individuazione di una linea strategica, di un processo di problem solving e di pianificazione che le scuole mettono in atto sulla base di priorità e traguardi individuati nel RAV, con un approccio dinamico ed olistico che si basa sul coinvolgimento di tutta la comunità scolastica e che fa leva su due dimensioni:

Icotea

• didattica
• organizzativo/gestionale.

Cos’è il Rav?

Il Rapporto di Autovalutazione (RAV) è un documento che è stato introdotto dal DPR 80 del 28/03/2013.

La corretta predisposizione del RAV (ma anche del PDM) è alla base del processo di miglioramento della scuola, anche in riferimento al monitoraggio degli esiti del PTOF del triennio 2019-2022 (nota MI prot. n. 21627 del 14/9/2021).

Cos’è il Pdm?

Ricordiamo che il Pdm è proprio il percorso (o piano) di miglioramento finalizzato al raggiungimento dei traguardi connessi alle priorità indicate nel RAV.
Il miglioramento è un percorso di pianificazione e sviluppo di azioni dinamiche, che dipendono dal coinvolgimento della comunità scolastica e dalle modalità organizzative, gestionali e didattiche messe in atto dalla scuola dell’autonomia.

Lavorare alla corretta redazione del Rav e del Pdm significa avere chiare le figure di sistema a cui spetta il compito di condividere gli obiettivi e le modalità operative dell’intero processo di miglioramento; di analizzare il report Invalsi; di facilitare l’archiviazione e l’analisi dei risultati del monitoraggio in itinere del PTOF e la definizione di eventuali interventi di reindirizzamento delle azioni di miglioramento previste.

Il corso

Su questi argomenti il corso Dal Rav al Pdm, monitorare gli esiti del Ptof, a cura di Ornella Campo e Giorgio Cavadi, in programma dal 5 novembre.

Obiettivi del corso

Il corso, rivolto a componenti dei NIV e figure di sistema che si occupano di valutazione all’interno della scuola, è finalizzato al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

• Diffondere la cultura della valutazione all’interno del sistema scuola
• Fornire strategie, strumenti operativi e chiavi di lettura per l’elaborazione di valutazione di sistema
• Acquisire competenze professionali nell’analisi del report Invalsi, nella compilazione del RAV e nell’elaborazione di un percorso di miglioramento efficace
• Monitorare le azioni di miglioramento
• Mettere in relazione PTOF, Piano di Miglioramento, RAV e Rendicontazione Sociale
• Raccogliere evidenze e documentazione per la predisposizione della rendicontazione sociale e diffondere i risultati raggiunti dalla scuola agli stakeholder di riferimento.