Home Personale Dichiarazione dei redditi, le scadenze del 730/2019

Dichiarazione dei redditi, le scadenze del 730/2019

CONDIVIDI
webaccademia 2020

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730.

Oltre a coloro che sono obbligati a presentare il modello, perché magari hanno conseguito più redditi nel corso del 2018, può utilizzare il modello 730 anche il personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato. Questi contribuenti possono presentare il 730 precompilato direttamente all’Agenzia delle entrate oppure possono rivolgersi al sostituto d’imposta o a un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato, se il contratto dura almeno dal mese di settembre dell’anno 2018 al mese di giugno dell’anno 2019.

Il 730 si può presentare con diverse modalità e a seconda di quella prescelta, cambiano le scadenze. 

ICOTEA_19_dentro articolo

Modello precompilato

A partire dal 15 aprile, l’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei lavoratori dipendenti e dei pensionati il modello 730 precompilato sul sito internet dell’Agenzia delle entrate www.agenziaentrate.gov.it.

Il 730 precompilato deve essere presentato entro:

  • l’8 luglio (il 7 è domenica) nel caso di presentazione al sostituto d’imposta
  • il 23 luglio nel caso di presentazione diretta all’Agenzia delle entrate o al Caf o al professionista.

Modello 730 ordinario (non precompilato)

Il contribuente che riceve il modello 730 precompilato non è obbligato ad utilizzarlo. Può infatti presentare la dichiarazione dei redditi con le modalità ordinarie (utilizzando il modello 730 o il modello REDDITI).

Il mod. 730 ordinario può essere presentato al sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale, al Caf o al professionista abilitato. I lavoratori dipendenti privi di un sostituto d’imposta che possa effettuare il conguaglio devono presentare il mod. 730 a un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato.

Il 730 ordinario si presenta entro:

  • l’8 luglio (il 7 è domenica) al proprio sostituto d’imposta;
  • il 23 luglio al Caf o al professionista abilitato.

Nel caso di presentazione al sostituto d’imposta il contribuente deve consegnare il modello 730 ordinario già compilato.

Nel caso di presentazione al Caf o al professionista abilitato possono essere richiesti al momento della presentazione della dichiarazione i dati relativi alla residenza anagrafica del dichiarante e il controllo formale è effettuato nei confronti del Caf o del professionista.

Altre scadenze

  • Entro il 7 marzo: il sostituto d’imposta invia all’Agenzia delle Entrate le CU rilasciate ai lavoratori
  • Entro il 31 marzo: il sostituto d’imposta consegna al contribuente la Certificazione Unica dei redditi percepiti e delle ritenute subite
  • A partire dal mese di luglio (agosto per i pensionati): il contribuente riceve la retribuzione con i rimborsi o con le trattenute delle somme dovute.

Preparazione concorso ordinario inglese