Home I lettori ci scrivono Didattica a distanza, l’esperienza di una scuola bergamasca

Didattica a distanza, l’esperienza di una scuola bergamasca

CONDIVIDI

L’esperienza didattica che vorrei raccontare è avvenuta presso la Secondaria di primo grado di Gorlago, in provincia di Bergamo.

La mia collega, prof.ssa Donatella Lecchi, insegnante di italiano-storia-geografia, pur di non rinunciare all’uscita didattica  che avrebbe coinvolto le classi prime nel mese di maggio – si trattava di una visita alla celebre Città di Alta di Bergamo-,  ha deciso di effettuare comunque una visita virtuale, utilizzando materiali audio/video da lei predisposti.

Per non accontentarsi, la prof.ssa ha deciso di parlare, lungo l’itinerario virtuale, di alcuni personaggi bergamaschi famosi facendoli interpretare, in videoconferenza, in diretta,  ad alcuni colleghi, creando una lezione-intervista. E così, il sottoscritto, insegnante di francese, si è ritrovato ad interpretare il condottiero Bartolomeo Colleoni con tanto di costume e parrucco e, in un secondo incontro in videoconferenza, il musicista Gaetano Donizetti; mentre la collega di sostegno, Prof.ssa Rosa Marranghello, è intervenuta nelle vesti di Paolina Secco Suardo.

ICOTEA_19_dentro articolo

Avreste dovuto vedere lo stupore dei ragazzi che durante una già particolare forma di lezione, hanno visto i loro prof travestirsi per raccontare aneddoti significativi di personaggi storici.

La prof.ssa Lecchi ha guidato l’intervista mentre gli studenti  hanno preso appunti o ponevano essi stessi alcune domande. Il far “rivivere” personaggi considerati dai ragazzi lontani da noi, ha potuto rendere più significativa l’esperienza della Storia in classe. Insomma, questa didattica a distanza, all’I.C. di Gorlago ha scatenato la fantasia, l’estro creativo di un gruppo  di colleghi che sanno mettersi in  gioco, con intelligenza.

Gianmarco Cornolti