Home Archivio storico 1998-2013 Generico Educazione superiore a confronto

Educazione superiore a confronto

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Alla "Conferenza mondiale sull’educazione superiore +5" (WCHE+5), che si svolgerà al Quartier generale dell’Unesco a Parigi, prenderanno parte esperti ed autorità provenienti da più di 120 Paesi, con il compito di valutare i cambiamenti avvenuti negli ultimi cinque anni in questo settore.
Durante la conferenza saranno presentati i risultati di un sondaggio sui cambiamenti dei sistemi educativi nel mondo, con particolare attenzione ai seguenti temi: il ruolo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per l’educazione superiore; l’impatto di nuovi fornitori d’educazione e l’espansione del settore privato in un mercato globale sempre più privo di regole; come assicurare la qualità nell’educazione prendendo atto di questi cambiamenti; gli effetti della qualità e dello sviluppo dell’educazione.

La "WCHE+5" sarà aperta il 23 giugno da un intervento del direttore generale dell’Unesco, Koichiro Maatsura, al quale faranno seguito le relazioni del ministro dell’Istruzione del Brasile, Cristovam Buarque, e di Sheikha Mozah Bint Nasser Abdullah Al Misnad (Qatar), inviata speciale dell’Unesco per l’educazione di base e l’educazione superiore.

Il giorno successivo, si riuniranno quattro commissioni sui seguenti temi: nuovi sviluppi nell’educazione superiore; contributo dell’educazione superiore allo sviluppo; internazionalizzazione; evoluzione di strutture e sistemi dell’educazione superiore. Ci sarà inoltre una sessione sulla libertà accademica, la libertà di stampa e di espressione, la libertà dalla censura istituzionale e la libertà di partecipazione ad enti accademici professionali o rappresentativi.

La conferenza si concluderà le raccomandazioni e i messaggi di John Daniel, vice direttore generale Unesco per l’Educazione, e di André Sonko (Senegal), presidente del Comitato internazionale per il Follow-Up della WCHE.

Informazioni sul sito internet www.unesco.org/education.
 

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese