Home Attualità Coronavirus, comuni della Campania non ascoltano Conte e chiudono le scuole

Coronavirus, comuni della Campania non ascoltano Conte e chiudono le scuole

CONDIVIDI
  • Credion

Mentre il presidente del Consiglio Giuseppe Conte continua a ribadire che per affrontare l’emergenza coronavirus è necessario un piano concordato a livello nazionale e che non è possibile affidarsi a decisioni assunte localmente, in Campania un po’ di Comuni vanno per conto loro.
A seguito di un incontro svoltosi nella serata del 24 febbraio ad Aversa, i sindaci dell’Agro Aversano (provincia di Caserta), dove peraltro non si sono verificati casi di infezione da coronavirus, hanno deciso la chiusura delle scuole fino al prossimo 29 febbraio a scopo del tutto precauzionale e per poter sanificare i locali scolastici.
Decisione analoga a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli dove il sindaco Gaetano Cimmino ha deciso la sospensione delle attività didattiche in tutte le scuole della città fino al giorno 29.
Ed è di queste ore la notizia della chiusura delle scuole di Eboli, in provincia di Salerno.
Intanto, nella giornata del 26 febbraio, il presidente della Campania Vincenzo De Luca incontrerà i sindaci e i prefetti della regione per valutare la situazione e per assumere le iniziative del caso.