Home Didattica Far di conto è una capacità innata: lo dimostra uno studio

Far di conto è una capacità innata: lo dimostra uno studio

CONDIVIDI

L’aritmetica come capacità, più che acquisita a scuola è invece innata, come dimostra uno studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Human Neuroscience, condotto dagli scienziati dell’Università della Pennsylvania, che hanno pure eseguito una serie di esperimenti per dimostrare la loro teoria.

Il team di scienziati ha valutato le abilità di eseguire calcoli approssimativi nei bambini tra sei e nove anni, raccogliendo risultati che potrebbero avere importanti applicazioni sul modo in cui verranno insegnati i concetti matematici agli studenti delle prossime generazioni. 

Icotea

Fra l’altro la conferma dei risultati dello studio è suffragata dalla capacità intuitiva che i primati non umani hanno nel confrontare insiemi di oggetti, riconoscendo che un gruppo di 20 punti è più grande di uno di quattro.

I ricercatori hanno eseguito diversi esperimenti per valutare e confrontare la capacità di bambini di eseguire divisioni approssimative simboliche e non simboliche, con test progettati per valutare la capacità di eseguire calcoli nella prima infanzia e anche per esplorare la possibilità che queste abilità innate possano essere utilizzate in futuro per l’apprendimento e l’insegnamento della disciplina.

In una sessione riguardante la risoluzione di problemi matematici si è notato che i bambini erano in grado di risolvere l’enigma tra il 73 e il 77 per cento delle volte, confermando così che “anche prima dell’istruzione formale in matematica, gli esseri umani in tenera età hanno un senso numerico approssimativo che si basa sulle regioni del cervello che continuano a svolgere un ruolo della matematica formale”.