Home Didattica Festival della didattica digitale: viaggio attraverso l’innovazione tecnologica

Festival della didattica digitale: viaggio attraverso l’innovazione tecnologica

CONDIVIDI

Un viaggio attraverso l’innovazione tecnologica e didattica: è in programma a Lucca, dal 21 al 24 febbraio, la rassegna dedicata al mondo della scuola, negli ambienti di San Micheletto e del Complesso Conventuale di San Francesco. Si svolgerà in quattro giornate, con oltre 100 incontri completamente gratuiti, durante i quali sarà possibile condividere idee e progetti per studenti e insegnanti.

Il festival della didattica digitale è organizzato dalla Fondazione Uibi col sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e in collaborazione con Indire (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa).

Icotea

Anche laboratori e workshop

L’edizione di quest’anno è dedicata al fenomeno contemporaneo delle “Culture Partecipative“: i laboratori e i workshop ruoteranno attorno a quattro  tematiche principali.

La prima tematica sarà quella “immersiva” che tratterà come vivere vicende e culture diverse e costruire nuovi contesti con un coinvolgimento cognitivo.

La seconda riguarderà l’etica mediante l’uso consapevole delle nuove tecnologie che comporta impatti anche su aspetti di sostenibilità ambientale e sociale.

La terza è quella ideativa cioè relativa alle capacità tecnico-progettuali che rappresentano le competenze fondamentali per osservare, comprendere e affrontare le sfide del futuro

Infine la tematica ludica nel senso di potenziare le competenze individuali attraverso processi di apprendimento basati su meccanismi appunto ludici.

Da rilevare il convegno “Dall’aula agli Ambienti di Apprendimento: arredi scolastici innovativi” in agenda il 23 febbraio alle 15.00 e il giorno seguente alle ore 09.30 organizzato da Indire dove si discuteranno ed affronteranno gli aspetti didattici, psicopedagogici e tecnici dell’arredo scolastico e in generale degli ambienti di apprendimento.

In un quadro nazionale” spiegano i ricercatori di Indire in una nota “che dopo molto tempo offre alcune importanti opportunità per sviluppare ‘scuole nuove’, viene proposto un nuovo modo di concepire gli ambienti: non più una netta separazione tra chi deve progettare (attivamente) una scuola e chi la deve (passivamente) abitare, evidenziando invece una partecipazione attorno a un’idea condivisa“.

Venerdì 23 febbraio, si terrà “Think Make Know”

Sempre venerdì 23 febbraio, si terrà “Think Make Know”, evento speciale per riflettere sui “saperi” più avanzati della didattica e dell’apprendimento, e immaginare come costruire un futuro sostenibile.

Spazio inoltre alla scuola 2.0 con la classe digitale che Microsoft e Acer (due dei partner privati che collaborano all’evento) metteranno a disposizione in uno spazio dedicato con applicativi specifici come Office 365 Education strumenti a valore aggiunto per l’insegnamento e l’apprendimento che promuovono la collaborazione e la creatività e skype in the Classroom: piattaforma digitale che, facendo leva sullo strumento della videochiamata, è in grado di mettere in contatto esperti di tutto mondo con studenti e professori italiani abilitando nuove esperienze didattiche in ogni campo del sapere

Il festival della didattica digitale è quindi un evento nazionale nel quale si percorrono gli itinerari delle tematiche tecnologiche più avanzate applicate alla didattica, all’apprendimento e alla formazione in generale.