Home Archivio storico 1998-2013 Generico Fiera… del libro in gioco e del paesaggio

Fiera… del libro in gioco e del paesaggio

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Una di queste iniziative, La biblioteca del paesaggio, si rivolge agli studenti delle scuole di istruzione secondaria di II grado e a quelli dell’ultimo anno delle scuole di istruzione secondaria di I grado.
I ragazzi sono invitati a confrontare i luoghi reali o immaginari descritti dagli scrittori, noti e meno noti, con quelli delle loro città, dei loro paesi, prendendo spunto dai temi letterari collegati ai paesaggi raccontati per ricostruire un percorso ambientale da cui scaturisce il sistema di relazioni. Poiché il "filo conduttore" della Fiera del Libro di quest’anno è il tempo, con le sue implicazioni storiche, artistiche, letterarie, filosofiche, mitologiche e simboliche, viene riservata dal progetto scolastico una particolare attenzione ai cambiamenti che il paesaggio ha subito per opera della natura e/o dell’uomo.

In particolare, gli alunni dovranno dedicarsi all’indagine e alla scoperta del fiume, elemento che spesso caratterizza un paesaggio, determina la storia dei luoghi, condiziona modelli e sistemi di vita: il fiume rappresenta una preziosa via di comunicazione e quindi di conoscenza, una risorsa di grande importanza per l’agricoltura e alcune attività industriali, ma può anche essere fonte di disastri quando l’uomo non sa rispettarlo.

Peraltro, il fiume, elemento di profondo significato simbolico, ha costituito una costante fonte di ispirazione per scrittori, poeti, pittori, musicisti, filosofi.

Le scuole che si sono iscritte entro lo scorso 15 marzo partecipano al progetto La biblioteca del paesaggio. I gruppi di lavoro, assistiti dagli insegnanti (ne dovrà essere indicato uno con la funzione di coordinatore), possono appartenere alla stessa classe o a più classi (da un minimo di 15 persone a un intero gruppo classe, con un "portavoce" designato) e ciascun istituto scolastico può esprimere più di un gruppo. Per facilitare e rendere più valido il lavoro degli alunni, gli organizzatori  – tra cui il WWF Italia (informazioni sul sito
www.wwf.it) e il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea (per informazioni o richiesta di materiali: tel. 011/9565222; e-mail: [email protected]) – suggeriscono di identificare figure di supporto esterne alla scuola, quali scrittori, librai, bibliotecari, genitori ed altre persone che possono fornire "testimonianze" sul territorio.
Un primo spunto di lavoro viene comunque offerto dall’elenco di libri pubblicato sul sito
www.fieralibro.it, che sarà arricchito con i titoli indicati dagli stessi alunni partecipanti. Sarà anche possibile confrontarsi tramite un "forum" aperto nel sito internet della Fiera. Gli elaborati (testi, fotografie, video) dei gruppi dovranno pervenire entro il 19 aprile 2002 al recapito indicato nel sito internet, nel quale si precisano anche le modalità di realizzazione dei lavori. Gli autori dei cinque lavori scelti dalla giuria, in cui sarà presente anche un esperto cinematografico dell’Associazione "Aiace Torino", riceveranno in premio le copie di parte dei volumi inseriti nel catalogo "on line". Inoltre, un’ampia selezione dei lavori pervenuti sarà esposta al Lingotto Fiere di Torino nell’apposito Spazio giovani.
L’altra iniziativa proposta dalla Fiera del Libro nell’ambito dell’intesa con il Ministero dell’Istruzione è Libri in gioco. Il progetto, rivolto agli scolari di quarta e quinta elementari e agli alunni delle scuole di istruzione secondaria di I grado, si prefigge di formare i lettori di domani e di stimolare la lettura attraverso un confronto tra alunni, una gara tra scuole. I libri, scelti tra quelli più rappresentativi pubblicati negli ultimi anni nel contesto dell’editoria per ragazzi, diventano lo spunto per proporre domande, indovinelli, cruciverba e giochi di parole, che serviranno a valutare l’attenzione prestata dagli allievi nella lettura. Ogni settimana, a partire dal 24 febbraio, la pagina dei giochi sul sito
www.fieralibro.it sarà aggiornata e le classi partecipanti, che si sono iscritte già iscritte a Libri in gioco, avranno alcuni giorni di tempo per inviare le proprie soluzioni ad un’apposita casella di posta elettronica.
Nei primi giorni di aprile sarà comunicata la classifica relativa alla prima fase della gara, suddivisa in due percorsi distinti secondo il livello scolastico. Le cinque classi con punteggio più alto accedono alla fase finale, che si svolgerà alla Fiera del Libro di Torino in due differenti mattine (comprese nel periodo di svolgimento della Fiera stessa) per determinare la "squadra" vincitrice di ciascuna categoria (elementari, medie). Le classi finaliste riceveranno entro il 13 aprile l’elenco dei venticinque libri che dovranno essere letti per l’incontro in Fiera.

Per ulteriori informazioni sulle due iniziative è possibile rivolgersi al Settore Scuola e Ragazzi della Fiera del Libro, telefonando allo 011/5184268 (fax 011/5612109).

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese