Home Attualità Gallo (M5S): l’opera di Azzolina non si disperda con un ministro tecnico,...

Gallo (M5S): l’opera di Azzolina non si disperda con un ministro tecnico, con noi al governo soldi alla scuola come non mai

CONDIVIDI

Con il M5S al governo la scuola ha ottenuto una quantità di soldi mai vista, con i quali si è iniziato a cancellare le classi pollaio e ad aumentare il personale. È bene completare questo percorso, anche in vista dei fondi che arriveranno dal Recovery Fun, affidandolo il ministero a un politico e collocare semmai i tecnici all’interno del ministero dell’Istruzione. A chiederlo, attraverso un’intervista a Scuola Informa rilanciata sul suo profilo facebook, è il deputato grillino Luigi Gallo.

Serve un ministro politico

“Solo quando il M5S ha governato il ministero dell’Istruzione sono partiti finalmente sostanziali finanziamenti per la scuola come non si erano mai visti e Draghi ha ragione quando dice che il futuro dell’Italia si costruisce sulla formazione e le nuove generazioni”, ha detto Gallo.

Icotea

Perché, ha sottolineato, “è politico decidere di occuparsi delle disuguaglianze che già in tenera età i bambini del nostro Paese sono costretti a vivere, disuguaglianze che pesano come un macigno sul loro destino”.

Sul nuovo ministro dell’Istruzione non ha dubbi: difende la ministra uscente e auspica un successore che provenga dai banchi del Parlamento e sia esperto di scuola.

Azzolina ha dato il massimo nella difficoltà

Lucia Azzolina – sostiene Gallo – ha dato il massimo nel momento più complicato della storia italiana per la scuola. Non basterà un luminare a Viale Trastevere ma serve anche una persona che si è sporcato di gesso e conosce profondamente il mondo della scuola”.

Police verso, quindi, riguardo l’ipotesi di un ministro tecnico. “Sono convinto – ha puntualizzato l’ex presidente della VII commissione della Camera – che le scelte nei ministeri devono essere sempre politiche mentre i tecnici di alto profilo vanno coinvolti invece nello staff del ministero. E’ politico decidere di occuparsi delle disuguaglianze che già in tenera età i bambini del nostro Paese sono costretti a vivere, disuguaglianze che pesano come un macigno sul loro destino”.

Completare le riforme di Azzolina

Il percorso dell’attuale titolare del MI, quindi, secondo l’on. Luigi Gallo va senza dubbio portato a termine.

“Lucia Azzolina ha iniziato il lavoro di abbattere la vergogna delle classi sovraffollate aumentando il personale e pianificando nel Recovery Fund un ammodernamento del parco edilizio che ormai risale agli anni 70 e che rende pericolosa la stessa presenza di lavoratori e studenti nelle scuole. Sono riforme che devono essere completate”, ha concluso il deputo grillino.