Home Archivio storico 1998-2013 Generico Gioco e didattica al museo

Gioco e didattica al museo

CONDIVIDI
  • GUERINI


L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Turismo in Langa, con il patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e della Città di Alba, è anche un’occasione di confronto per i responsabili delle sezioni didattiche di molti musei italiani e dei musei "a misura di bambino".
Questa seconda edizione dell’appuntamento che si tiene ad Alba ha per titolo "Gioco quindi imparo!", facendo riferimento ad un tipo di museo interattivo capace di coinvolgere i bambini. Il sottotitolo "Oggi andiamo al museo: esperienze e strategie di didattica per le famiglie" intende sottolineare la sempre maggiore attenzione che si vuole fornire al tema della didattica come argomento importante per la sensibilizzazione all’arte ed al patrimonio culturale. Nei loro programmi, le istituzioni museali e i centri d’arte propongono sempre più spesso attività rivolte a bambini e genitori che vogliano avvicinarsi, nel loro tempo libero, al mondo dell’arte e della scienza in modo piacevole e divertente.

Nella sessione plenaria del convegno, in programma sabato 3 aprile, si parlerà di alcune esperienze di didattica museale in Italia e verranno illustrati i risultati. I seminari di formazione, che si svolgeranno l’1 e il 2 aprile, intendono rappresentare un momento di riflessione approfondita, di confronto e aggiornamento su temi specifici, quali l’organizzazione e la gestione di un laboratorio didattico e la creatività come strumento didattico. Uno dei seminari, curato dalla Fondazione Fitzcarraldo di Torino, riguarderà le relazioni che si instaurano fra le funzioni educative del museo ed il complesso delle attività di marketing e comunicazione.
Nell’intera giornata di venerdì 2 aprile e nella mattinata di sabato 3 aprile, Alba si proporrà come "città dell’arte e della scienza a misura di bambino". Nel centro storico verranno allestiti laboratori didattici a disposizione degli delle scuole: il Museo archeologico e scientifico "Federico Eusebio" ed altri luoghi della città saranno così trasformati in spazi di gioco e di apprendimento.
Inoltre, sarà allestita un’esposizione di alcune significative realtà museali italiane che hanno nella didattica per i bambini e per le famiglie un punto di forza. La scelta dello showroom nelle strade scaturisce dalla volontà degli organizzatori di avvicinare ai musei i bambini, le famiglie, i cittadini ed i turisti, per contrastare l’idea di museo come luogo "noioso". Uno spazio di incontro, previsto per venerdì 2 aprile, che intende proporsi anche come una sorta di "Borsa della didattica museale", un’occasione di confronto tra operatori del settore e scuole, le quali avranno la possibilità di esaminare le offerte, scegliere percorsi educativi, prenotare direttamente le visite e i laboratori proposti.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa rivolgersi alla segreteria organizzativa dell’Associazione Turismo in Langa (tel. 0173/364030; e-mail
[email protected], cliccabile da "Ulteriori approfondimenti").