Home Alunni ‘Giovani costruttori di pace’. Conferenza nazionale al Senato

‘Giovani costruttori di pace’. Conferenza nazionale al Senato

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Si è tenuta oggi al Senato della Repubblica (sala Koch) la Conferenza Nazionale “Giovani costruttori di pace” Nel corso dell’incontro sono stati proiettati i film “Un grande Meeting di pace” di Nicola Campiotti e “Giovani Costruttori di Pace” di Flavio Lotti realizzati in occasione del Meeting nazionale delle Scuole di pace che si è tenuto, il 17 e 18 aprile scorso, a cento anni dalla prima guerra mondiale a Udine e nelle trincee del Friuli Venezia Giulia.

Alla conferenza, coordinata dalla senatrice Silvana Amati sono intervenuti Franco Marini, LLinda Lanzillotta – vicepresidente del Senato -, Loredana Panariti assessore cultura della regione Friuli Venezia Giulia, Federico Pirone assessore del Comune di Udine, Andrea Ferrari presidente nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani e il coordinatore Flavio Lotti, padre Enzo Fortunato del Sacro Convento di Assisi e Aluisi Tosolini coordinatore nazionale delle scuole per la pace.

Alla Conferenza hanno partecipato inoltre studenti, insegnanti e dirigenti scolastici di 30 scuole di ogni ordine e grado provenienti da 15 regioni diverse e oltre cinquanta sindaci, assessori, consiglieri regionali, provinciali e comunali ed esponenti del mondo dell’associazionismo e del volontariato.

ICOTEA_19_dentro articolo

Di grandissimo interesse le toccanti testimonianze dei “sindaci dei consigli comunali dei ragazzi” delle scuole medie di Varano de’ Melegari e di Varsi in provincia di Parma e degli studenti dell’IC di Sinalunga (SI). Sono stati loro a sottolineare la ricchezza di un percorso di educazione alla pace a KM 0, ovvero capace di trasformare in primo luogo le scuole ed i territori e le comunità locali in luoghi di pace, solidarietà, giustizia e rispetto dei diritti umani per tutti.

Per la scuola, non essendo potuta essere presente il Ministro, è intervenuto il capo dipartimento Rosa De Pasquale che, in un intervento non di circostanza, ha evidenziato il ruolo che le scuole debbono rivestire a livello di comunità locale. Partendo da una riflessione sugli strumenti digitali che oggi connettono milioni di persone e che sono il pane quotidiano degli scolari e degli studenti, la De Pasquale ha sostenuto che “l’aumento della connettività ci sta rendendo sempre più consapevoli di tutti i rapporti che compongono un mondo così vario e complesso. Una nuova generazione sta cominciando a vedere il mondo sempre meno come un deposito di beni da espropriare e possedere, punto determinante per l’attivazione di ogni conflitto e sempre più come labirinto di relazioni cui accedere. Ma proprio mentre cominciamo a sviluppare una consapevolezza relazionale della coscienza, cominciamo anche a capire la natura relazionale delle forze che governano il nostro pianeta. La vecchia idea che i fenomeni possono essere conosciuti analizzandone le singole componenti, ha ceduto il passo a un concetto diametralmente opposto: le singole parti possono essere comprese solo conoscendo il rapporto che hanno con l’insieme in cui sono integrate”.

Da qui la riflessione sull’educazione alla pace come luogo dell’integrazione, a livello di scuola e territorio, dei diritti e dei doveri di tutti e di ciascuno.

La conferenza è stata inoltre occasione per la presentazione del programma nazionale 2015/16 di educazione alla cittadinanza democratica intitolato “Pace Fraternità e Dialogo sui passi di Francesco che vedrà il suo momento conclusivo ad Assisi nel mese di aprile

 

Guerre, migrazioni, povertà, disuguaglianze, cambiamenti climatici… Cosa stanno facendo le scuole, gli Enti Locali e le associazioni per consentire ai giovani di imparare a vivere in questo mondo? Con quali progetti e programmi è possibile aiutare i giovani ad affrontare le sfide del nostro tempo e promuovere il loro impegno creativo per la pace, la legalità e i diritti umani?

Alla Conferenza interverranno: Franco Marini, Rosa De Pasquale, Silvana Amati, Lorendana Panariti, Vincenzo Morgante, Padre Enzo Fortunato, Flavio Lotti, Aluisi Tosolini, Nando Mismetti, Federico Pirone, Andrea Ferrari, Giuseppe Giulietti, Nicola Campiotti, Linda Lanzillotta.

Nel corso dell’incontro saranno proiettati i film “Un grande Meeting di pace” di Nicola Campiotti e “Giovani Costruttori di Pace” di Flavio Lotti realizzati in occasione del Meeting nazionale delle Scuole di pace che si è tenuto, il 17 e 18 aprile scorso, a cento anni dalla prima guerra mondiale a Udine e nelle trincee del Friuli Venezia Giulia.

La Conferenza sarà l’occasione per illustrare numerosi programmi e progetti di Educazione alla pace e alla Cittadinanza Democratica in corso nelle nostre scuole (“Dalla Grande Guerra alla Grande Pace”, “Pace, fraternità e dialogo: Sui passi di Francesco”, “Telecamere in classe” …)

Alla Conferenza parteciperanno studenti, insegnanti e dirigenti scolastici di 30 scuole di ogni ordine e grado provenienti da 15 regioni diverse e oltre cinquanta sindaci, assessori, consiglieri regionali, provinciali e comunali ed esponenti del mondo dell’associazionismo e del volontariato.

La Conferenza è promossa dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani, la Rete nazionale delle scuole per la pace e i diritti umani, la Rivista “San Francesco Patrono d’Italia” di Assisi e la Tavola della pace con il patrocinio del Senato della Repubblica, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

 

Preparazione concorso ordinario inglese