Home Attualità Gli studenti del prof di Ravanusa: “Con Lei la vita era più...

Gli studenti del prof di Ravanusa: “Con Lei la vita era più facile. Un privilegio incontrarla”

CONDIVIDI
  • Credion

Con la sua lettera ha commosso tutti. L’Italia intera nelle ultime ore, ma ancor prima chi ha avuto l’onore di conoscerlo e di ricevere i suoi insegnamenti. Per gli studenti del professor Pietro Carmina, scomparso nel crollo delle palazzine di Ravanusa, sono ore di dolore. La perdita di una persona cara, che ha segnato una parte importante della propria vita e che lascia insegnamenti di vita preziosi. Il liceo ‘Ugo Foscolo’ di Canicattì, in provincia di Agrigento, ha visto per anni ogni giorno l’insegnante lavorare e infondere i propri concetti agli studenti. Quegli studenti con cui esisteva un legame stretto e vero. E oggi quegli ex liceali piangono la sua scomparsa.

“Gli saremo sempre grati” dicono, nel giorno del ricordo al liceo con il testo della lettera che sta girando su siti e social. “Il prof che ti rimane nel cuore tutta la vita – racconta un’ex alunna – che torni a trovare a scuola tutte le volte che torni a casa, che continua ad essere amico quando sei adulta, che ha segnato la tua strada. Che ti ha insegnato, che ha riso e giocato con te. Il prof con cui oggi avresti parlato di questa tragedia e avrebbe trovato le parole per provare a dare un senso a tutto questo. Con Lei la vita era più facile. Il prof come dovrebbero essere tutti gli insegnanti. noi abbiamo avuto la fortuna e il privilegio di incontrarLa sulla nostra strada”.

Icotea

Tre anni fa il suo ultimo giorno di lezione prima di dedicarsi alla pensione, ai suoi cari e al suo libro.

Piangono anche gli ex colleghi che sottolineano il grande amore per la moglie (scomparsa anch’essa) da parte del professore.