Home Generale Il 96% delle tasse è occulto

Il 96% delle tasse è occulto

CONDIVIDI

Nel  96% dei casi, le tasse che gravano sulle famiglie dei lavoratori dipendenti vengono prelevate alla fonte, ovvero dalla busta paga, o sono incluse nei beni o nei servizi che vengono acquistati.

Solo il 4% è versato al fisco consapevolmente, vale a dire attraverso un’operazione di pagamento presso uno sportello bancario o postale.

Icotea

A dirlo l’Ufficio studi della Cgia che per il 2016 ha calcolato in 17mila euro il carico fiscale complessivo che graverà su una famiglia tipo composta da due lavoratori dipendenti (marito e moglie) con  un figlio a carico. L’obiettivo dell’analisi è quello di dimostrare che il prelievo effettuato con il sostituto di imposta origina un rapporto tra il fisco e i lavoratori dipendenti molto diverso da quello intrattenuto dai lavoratori autonomi che, per loro natura, sono chiamati a pagare in misura consapevole la gran parte del proprio carico fiscale; ciò determina un’insofferenza nei confronti delle tasse molto superiore a quella manifestata dai dipendenti.

 

 LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

Dai dati elaborati dall’Ufficio studi della Cgia, emerge che il prelievo fiscale si suddivide in 3 grandi capitoli: il prelievo “alla fonte”. Con questa disposizione la nostra famiglia tipo versa il 65% del totale del carico fiscale annuo (pari a 11.098 euro). Rientrano in questa categoria i versamenti  dei contributi previdenziali Inps, Irpef e le addizionali regionali e comunali Irpef;

le tasse “nascoste”. Ogni qual volta facciamo il pieno alla nostra auto e paghiamo le bollette di luce e gas ci facciamo carico anche delle accise, senza contare le imposte che ci vengono “inglobate” nel momento in cui rinnoviamo l’assicurazione dell’auto e paghiamo i bolli dei conti correnti e i dossier titoli.

Inoltre, un peso importante per le nostre tasche ce l’ha l’Iva che versiamo ogni volta acquistiamo un bene o un servizio. Da quest’anno, infine, il canone Rai non lo pagheremo più allo sportello, ma ci sarà “spalmato” sulla bolletta elettrica. Le tasse nascoste pesano sulla nostra famiglia tipo per 5.230 euro (31% del totale); le tasse “consapevoli”. Ormai sono ridotte al lumicino: da quest’anno solo il bollo auto e la Tari costringono la famiglia di dipendenti a mettere mano al portafogli per un importo di 696 euro (pari al 4% del totale).