Home Attualità Il Covid ha messo in ginocchio l’Istruzione, con gli Stati generali della...

Il Covid ha messo in ginocchio l’Istruzione, con gli Stati generali della Scuola Flc-Cgil e Uds la riscrivono

CONDIVIDI

La pandemia ha aumentato gli abbandoni e fatto crollare gli apprendimenti. Anche per dare risposte a questa triste tendenza, dal 18 al 20 febbraio a Roma si svolgeranno gli Stati generali della Scuola. All’iniziativa, organizzata dalla Flc-Cgil e dall’Unione degli studenti, hanno già aderito oltre 600 studenti, più numerose realtà sociali e politiche.

La tre-giorni dal 18 al 20 febbraio

Il dibattito – al quale parteciperanno Libera contro le mafie, Legambiente, ActionAid, Priorità alla Scuola, Arci, Sbilanciamoci, altre realtà associative – intende affrontare i nodi venutisi a creare nella scuola con lo scoppio della pandemia, che ha reso ancora evidenti le carenze sue strutturali.

Icotea

“L’edilizia scolastica, le classi sovraffollate, l’ecologia integrale, il diritto allo studio, i trasporti pubblici, il benessere psicologico sono solo alcuni dei temi che abbiamo messo al centro del dibattito negli scorsi mesi”, ricorda il sindacato della scuola guidato da Francesco Sinopoli.

Flc-Cgil: serve un nuovo sistema educativo

Il sindacato Confederale ricorda le azioni di mobilitazione condotte negli ultimi mesi: “da un anno abbiamo avviato e aderito alla campagna “Cantiere Scuola“, abbiamo discusso e ci siamo confrontati per ricostruire un nuovo immaginario del sistema educativo del nostro paese. Il 19 Novembre, il 10 e il 16 dicembre a migliaia siamo scesi nelle piazze del Paese, abbiamo occupato e autogestito scuole”.

La tre-giorni servirà a “mettere a sistema tutte le riflessioni e i ragionamenti che abbiamo prodotto. È a partire dalla scuola e dai luoghi della formazione che possiamo immaginare una società più equa e avviare l’uscita del nostro paese dalla crisi economica e sociale. Sarà un momento fondamentale per una riflessione collettiva sul ruolo sociale e politico della scuola”.

“Saranno tre giorni – continua la Flc-Cgil – di dibattito in cui ci confronteremo su come il sistema educativo del nostro paese debba cambiare. Invitiamo tutte le organizzazioni e i movimenti del paese a partecipare a questo momento. Invitiamo la politica tutta ad ascoltare le riflessioni e le elaborazioni che tutte e tutti costruiremo”.

Uds: la politica ci ascolti

“Vogliamo scrivere una riforma della scuola pubblica a partire da chi la vive tutti i giorni: centinaia di studenti e associazioni da tutto il paese riunirsi per scrivere un nuovo modello di scuola e presentarlo alla politica”, hanno scritto i giovani dell’Uds.

Secondo Luca Redolfi, coordinatore nazionale dell’Unione degli Studenti, “è necessario ripensare strutturalmente e complessivamente l’intero mondo della scuola. Vogliamo che la politica ascolti la componente studentesca, in quanto categoria maggiormente colpita dalla pandemia e non solo; vogliamo risposte concrete, una volta per tutte”.

“Gli Stati Generali – continua Redolfi – saranno un momento storico per il nostro paese, in cui studenti e studentesse da tutta Italia si riuniranno a Roma assieme a realtà politiche e sociali, per ricostruire un nuovo immaginario di scuola. Non possiamo più aspettare, una riforma dell’istruzione pubblica del nostro paese non è solo possibile, ma necessaria”.

Il programma delle tre giornate

Venerdì 18: Apertura Stati Generali 18.30 – 20.30 – Snodo (Via del Mandrione, 63)

  • Dibattito la Scuola cos’è: nuovi orizzonti e paradigmi sui quali riflettere il sistema scolastico; Intervengono: Esperienze territoriali studentesche Realtà organizzatrici: Unione degli Studenti, Rete della Conoscenza, Flc-cgil, Libera Contro le Mafie, Legambiente, ActionAid, Priorità alla Scuola, Arci, Sbilanciamoci. Modera: Luca Redolfi, Unione degli Studenti
  • 20.30 – 22.30, Arci Sparwasser Serata benefit Stati Generali

Sabato 19: Tavoli di lavoro e socialità – Università La Sapienza, Piazza del Parco Caduti 19 luglio 1943

  • Dalle 9.30 alle 13.00: 3 tavoli Accesso all’istruzione e disuguaglianze; Partecipazione e rappresentanza; Antifascismo e Antirazzismo
  • Dalle 14.30 alle 18: 4 tavoli Didattica e Valutazione; Salute e Benessere psicologico; Scuola e territorio; Clima.
  • Dalle 20.30 cena comune e musica dal vivo, Centro Sociale Brancaleone

Domenica 20 Dibattito e conclusioni plenarie – Teatro Italia

  • Dalle 9.30 alle 11 Relazione tavoli di lavoro Interventi di: Collettivo di Fabbrica GKN, Libera contro le mafie, FFF, NUDM, Sbilanciamoci, e altre organizzazioni studentesche.
  • Dalle 11 alle 12.30 Dibattito con la politica, Ministro o Sottosegretaria con studentesse, studenti e docenti. Modera: Bianca Chiesa, Unione degli Studenti
  • Dalle 12.30 alle 13 Conclusioni Luca Redolfi, Unione degli Studenti