Home Sicurezza ed edilizia scolastica Il preside e la redazione del Documento di Valutazione dei rischi

Il preside e la redazione del Documento di Valutazione dei rischi

CONDIVIDI

In un edificio scolastico il dirigente scolastico deve:

  • Vigilare sul mantenimento della conformità alla norma dell’edificio scolastico
  • Segnalare all’Ente locale delle situazioni di rischio dovute a strutture o impianti
  • Adottare ogni misura precauzionale (compensativa) atta ad impedire qualsiasi forma di pericolo per la salute e la sicurezza degli occupanti
  • Designare gli addetti alle misure di prevenzione incendi, evacuazione, di pronto soccorso e i preposti;
  • Consultare l’RLS e informare le RSU sui provvedimenti adottati in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Fornire ai lavoratori i necessari DPI (Dispositivi di Protezione Individuale);
  • Assicurare un’adeguata attività di formazione e informazione degli interessati (lavoratori e studenti) in base alle specifiche attività svolte;
  • Organizzare l’emergenza e programmare le necessarie misure di prevenzione e protezione, che devono sempre essere contenute all’interno del Documento di Valutazione dei rischi.

A tal riguardo si ricorda che in ambito scolastico utili indicazioni circa la valutazione dei rischi e la redazione del conseguente documento sono ancora fornite dal DM 382/98 e dalla Circolare 119/99.

In particolare “l’articolo 3, comma 2 del DM stabilisce che nelle scuole statali il datore di lavoro, al fine di redigere il documento relativo alla valutazione dei rischi, può avvalersi della collaborazione degli esperti degli enti locali (Comuni e Province) tenuti alla fornitura degli immobili, nonché degli enti istituzionalmente preposti alla tutela e alla sicurezza dei lavoratori.

ICOTEA_19_dentro articolo