Home Archivio storico 1998-2013 Generico In viaggio con Vespucci

In viaggio con Vespucci

CONDIVIDI
  • Credion


Il viaggio di Vespucci del 1501-1502, nel corso del quale fu per la prima volta accertata l’esistenza di un "Nuovo Mondo", separato e distinto dall’Asia, ebbe una così forte risonanza nella cultura del tempo, che da allora le terre ad Ovest dell’Atlantico vennero da tutti riconosciute con il nome stesso del grande navigatore italiano: America.
L’iniziativa promossa dal Ministero dell’Istruzione ha il fine di divulgare una corretta conoscenza dell’attività di Amerigo Vespucci e del ruolo dell’Italia e dell’Europa nello sviluppo delle Americhe.
Possono partecipare gli scolari delle ultime tre classi della scuola primaria e gli alunni delle scuole secondarie di I e di II grado, con prove articolate su tre diversi temi a seconda delle fasce di età scolare.
In particolare, il tema per le classi terza, quarta e quinta della scuola primaria è il seguente: "Amerigo Vespucci e i suoi viaggi". La prova consisterà nella realizzazione di un’opera grafica (prodotta con qualsiasi tecnica e materiale) che illustri il significato dell’esperienza di Amerigo Vespucci nel suo complesso o in uno dei suoi momenti più significativi. I primi classificati per ciascuna delle tre classi concorrenti riceveranno in premio un viaggio di tre giorni a Firenze con relativo accompagnatore.

Il tema  per la scuola media, invece, è "Il viaggio di Amerigo Vespucci e l’Europa". L’impresa del navigatore italiano, descritta in modo semplice e avvincente nel "Mundus Novus", è stata il prodotto della cultura europea del suo tempo (in particolare della sintesi tra la cultura umanistica fiorentina, di cui Vespucci era interprete, con l’esperienza commerciale e marittima dei popoli della penisola iberica, spagnoli e portoghesi), mentre l’idea di Europa trae origine dalla percezione della differenza tra vecchio e nuovo mondo, per antitesi rispetto al nuovo rappresentato dalla realtà americana. La prova consisterà nella realizzazione di un elaborato scritto (compreso fra 4.000 e 6,000 battute) e il premio per l’alunno vincitore e il suo accompagnatore sarà un viaggio in Spagna o in Portogallo.
Infine, il tema  per le scuole di istruzione secondaria di II grado è il seguente: "Il viaggio di Amerigo Vespucci e l’America", con riferimento agli aspetti che riguardano sia le conseguenze politiche e economiche che quelle culturali. La prova consisterà nella realizzazione di un elaborato scritto, compreso fra 4.000 e 6.000 battute. Come per le altre due sezioni, ciascun elaborato dovrà recare il nome dell’alunno che lo ha realizzato e quello del docente che ha seguito il lavoro, nonché l’indicazione della classe, il nome e l’indirizzo della scuola di appartenenza (come specificato nell’apposito modulo di partecipazione). Il premio per lo studente delle scuole superiori, il cui lavoro è stato giudicato migliore, consisterà in un viaggio (con accompagnatore) in Brasile.
Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 31 gennaio al seguente indirizzo: Concorso celebrativo del viaggio di Amerigo Vespucci – Società Geografica Italiana – Palazzotto Mattei – Villa Celimontana – Via della Navicella, 12 – 00184 Roma. Un’apposita giuria sceglierà entro il 29 febbraio 2004 i vincitori per ogni categoria di concorrenti.
Nel contesto delle attività collegate al quinto centenario del viaggio di Vespucci, è stata realizzata la mostra didattica "Amerigo Vespucci. Un fiorentino che inventò l’America": le scuole interessate a ricevere una delle copie ancora disponibili di questa guida, che illustra in modo semplice e sintetico la vita e i viaggi di Vespucci, possono farne richiesta tramite gli Uffici scolastici regionali.