Home Archivio storico 1998-2013 Personale Incontro al Miur: il punto su Tfa, cessazione dal servizio, nomine Ata

Incontro al Miur: il punto su Tfa, cessazione dal servizio, nomine Ata

CONDIVIDI
  • Credion

TFA ordinario
La trattazione dettagliata della materia è stata rinviata a un successivo incontro, con la presenza del dipartimento università. Il Miur sta valutando la possibilità di coprire con eventuali “ammissibili”, quelli cioè che hanno superato con successo tutte le prove presso una università, i vuoti disponibili nella stessa disciplina presso altra università.

TFA riservato
Il decreto è stato trasmesso, completo del parere della Funzione Pubblica e della tesoreria, al Consiglio di Stato. Successivamente andrà acquisito il parere delle commissioni parlamentari, esprimibile come attività ordinaria anche in prossimità dello scioglimento delle camere. L’amministrazione ha chiarito che i Tfa riservati partiranno per tutte le tipologie di posto su cui i docenti hanno maturato i requisiti, comprese le classi tecnico pratiche degli Itp, come richiesto dalla UIL Scuola.
Nel caso di corrispondenza con quelli ordinari, i tfa riservati vi si agganceranno nella gestione, in caso contrario procederanno autonomamente e, nel caso di piccoli numeri, si procederà tramite consorzi universitari. I corsi afferenti all’Afam sono ancora bloccati. Per la Uil-Scuola tutto ciò che possa favorire l’acquisizione delle abilitazioni all’insegnamento deve avere carattere di urgenza, in tal senso richiama al senso di responsabilità i diversi soggetti per una sollecita positiva soluzione. 

Icotea

Concorso docenti
Per gli aspetti tecnici sono stati forniti i seguenti chiarimenti: per coloro che non si trovano negli elenchi per la non corrispondenza tra nome e data di nascita va inviata una segnalazione al Miur; per i 5.200 candidati che hanno presentato domanda senza riuscire ad inoltrarla sarà stabilita una data per la presentazione dei titoli in caso di accoglimento della stessa; i comitati di vigilanza formati da tre componenti saranno retribuiti per i due giorni di impegno; al “prudente apprezzamento” dei dirigenti scolastici è lasciata la decisione di chiudere o meno le scuole sedi delle prove preliminari.
Sulla prova preselettiva la UIL, dopo le proteste di ieri, ha valutato come insoddisfacenti i miglioramenti introdotti nel simulatore. Esso non fornisce la correzione delle risposte sbagliate, né consente strategie adeguate per lavorare proprio sulle domande in cui ciascun candidato scopre di essere più debole. Ciò, a detta dei rappresentanti del dipartimento per la programmazione, va attribuito ad una precisa volontà del ministro. Secondo la Uil ciò è in netto contrasto con le previsioni del bando ed è più grave se si tiene conto che si può accedere all’intera batteria di domande e risposte a pagamento su diverse piattaforme on line.
La questione va affrontata con urgenza al fine di garantire ai concorrenti i giorni effettivamente fissati dal bando per la preparazione sull’intera batteria delle prove. La Uil ha chiesto una soluzione immediata della questione, nel rispetto dei principi di efficacia efficienza e trasparenza dell’azione della pubblica amministrazione. 

Cessazioni personale a.s. 2013/2014
È stata presentata una bozza di circolare che sarà emanata nei prossimi giorni. Il termine di presentazione delle domande cadrà, presumibilmente, nel mese di gennaio 2013.
All’interno di questa circolare tuttavia si attende pure che il Miur si esprima sulle deroghe relative al comparto scuola, dal momento che col primo gennaio 2013 entrerà in vigore la legge sulle pensioni a firma Fornero che però le ha abolite, equiparando quindi tutto il pubblico impiego all’interno dello stesso calderone. Il problema sarà dunque quello di capire se le frazioni di un anno, che consentono il pensionamento, per esempio, con 41 anni e quattro mesi di contributi, siano applicabili anche al personale della scuola che quindi potrebbe lasciare le classi anche ad anno scolastico inoltrato. 

Pubblicazione graduatorie istituto docenti ed Ata
L’Amministrazione ha comunicato che per la pubblicazione delle graduatorie di istituto si è registrato qualche ritardo dovuto a problemi tecnici ed alla complessità dell’operazione.
Comunque, alle 16.00 del 29 novembre sono state pubblicate tutte le graduatorie della scuola dell’infanzia e primaria. Quelle relative al primo e secondo grado ed agli Ata saranno pubblicate domenica 2 dicembre. La Uil-Scuola, al fine di evitare problemi applicativi ed interpretativi, ha chiesto di emanare una specifica nota che definisca una data comune per l’utilizzo delle graduatorie. 

Nomine in ruolo Ata
A seguito delle forti pressioni sindacali il Miur, dando seguito agli approfondimenti sviluppati nel corso del confronto in atto presso la Funzione Pubblica si è impegnato a sostenere lo sblocco delle nomine Ata nella sedi tecniche e politiche per ottenere le autorizzazioni necessarie.
La Uil-Scuola ha ribadito con forza che l’urgenza di effettuare immediatamente le nomine in ruolo del personale Ata per l’anno scolastico 2012/13, come prevede il piano triennale di assunzioni, eliminando tutti gli ostacoli che hanno determinato i ritardi.