Home Alunni “Italiaadozioni”: un concorso nelle scuole

“Italiaadozioni”: un concorso nelle scuole

CONDIVIDI
  • Credion

L’obiettivo è diffondere, specie nelle nuove generazioni, una conoscenza più approfondita della realtà adottiva, che tocca da vicino il nostro Paese. 

Nel 2013, infatti, in Italia sono state circa 2.800 le adozioni autorizzate di minori stranieri, per un totale di oltre 40mila bambini negli ultimi dieci anni. La maggior parte di loro viene dalla Russia (25%), altri Paesi di provenienza più frequenti sono l’Etiopia (10,4%), la Polonia (7,2%), il Brasile (6,6%), la Colombia (6,3%) e la Cina (5,7).

E c’è un altro dato significativo: quasi nove coppie adottanti su dieci (l’86,1%, per la precisione) non hanno figli.  

Icotea

Anche così si spiega l’iniziativa di Italiaadozioni: il concorso si rivolge a classi in cui sono presenti alunni adottati, ma auspica a maggior ragione il coinvolgimento di tutti quegli studenti che non avrebbero modo di conoscere altrimenti questo genere di esperienza.

Al bando potranno partecipare le classi di istituti statali e paritarie, con tre categorie per la scuola dell’infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. Ogni gruppo di ragazzi dovrà inviare un elaborato, che sarà giudicato dalla commissione entro il primo ottobre 2015; il termine per la consegna dei lavori è fissato al 30 maggio 2015. In palio ci sono risorse importanti per le scuole: kit di materiali didattici e stampanti multifunzione per i primi classificati. . Ma soprattutto la possibilità di guardare con occhi diversi all’adozione.