Home Didattica La musica protagonista a Fiera Didacta

La musica protagonista a Fiera Didacta

CONDIVIDI
  • GUERINI

Nella prossima edizione di Fiera Didacta, che si svolgerà completamente online dal 16 al 19 marzo, saranno come sempre numerose le iniziative di formazione dedicate alla didattica della musica e al teatro a scuola.

Gli incontri che organizziamo quest’anno a Fiera Didacta toccheranno quattro aree: quella musicale, con percorsi interdisciplinari su educazione all’ascolto e rapporto fra musica e arti figurative. Una seconda area, a cui teniamo molto, che parte dalla musica per approdare alla scrittura creativa, una terza dedicata alla funzione formativa del teatro-educazionee infine, ma non meno importante, l’area dello 0-6, con la proposta di strumenti per lo sviluppo del pensiero musicale dei più piccoli, spiega Marco Morandi, il coordinatore della struttura di ricerca Indire sull’innovazione del curricolo nell’area artistico-espressiva.

Icotea

Gli appuntamenti

Il primo appuntamento è per il prossimo 16 marzo alle 13:30 con il seminario “Che lingua parla la Musica? Come fa a raccontarci le cose? Spunti per un ascolto consapevole ma libero”, sulle strategie che utilizza la musica per raccontare realtà astratte e invisibili, con Piero Caraba, compositore, direttore di coro e docente di armonia al Conservatorio di Perugia. Martedì 16, alle ore 16, saranno presentate le attività che il Ministero dell’Istruzione e l’Indire svolgono per la diffusione della musica a scuola, con un’attenzione particolare su quanto realizzato durante il lockdown del 2020. E sempre martedì 16 marzo, alle 18:30, si parlerà di come (e perché) progettare un’unità di apprendimento interdisciplinare con la musica, anche in situazione di didattica integrata.

Mercoledì 17 alle 13:30, con il seminario Pedagogia Hip Hop, si rifletterà sulla valenza educativa di un movimento culturale che comprende al suo interno anche la musica rap, la più ascoltata dai giovani, con il ricercatore Indire Antonio Sofia.

Giovedì 18 alle 13:30, nel corso del seminario “Musica e intercultura percorsi possibili”, saranno invece proposti suggerimenti e strategie per realizzare laboratori pratici, occasione per gli studenti di esprimersi attraverso il corpo (ritmo, voce, danza), rinforzando così il loro senso di identità e l’autostima.

Giovedì alle ore 15 sarà la volta di due workshops, uno immersivo “Ti racconto la musica”, durante il quale saranno presentate ai partecipanti attività sonore e ritmiche tra le pagine degli albi illustrati per la scuola dell’infanzia, ottimi spunti per dare vita a incredibili avventure musicali ed emotive, l’altro “Ambulance Songs” con lo psicologo Luca Buonaguidi, che guiderà i partecipanti in un’attività di scrittura che metterà in connessione brani musicali e vissuto personale. Di “Musica e digitale” si parlerà ancora l’11 marzo alle ore 18, in un workshop che proporrà alcune soluzioni concrete per scrivere, registrare e comporre musica in modo collaborativo in tempo di didattica a distanza; alle 18:30, spazio a un’interessante esperienza in atto nel liceo scientifico “Ferraris” di Varese, istituto in cui il teatro-educazione è stato inserito a pieno titolo nel curricolo, con la ricercatrice Indire Claudia Chellini.

Gli ultimi tre appuntamenti sono previsti per venerdì 19 a partire dalle 13:30 con “Poesia tra canto e acquerelli: dagli haiku ai poeti italiani del ‘900″, seminario durante il quale i partecipanti saranno invitati a esprimersi direttamente col disegno, i colori e le voci per un progetto a sorpresa; alle 16 vi sarà l’incontro “I sensi dell’ascolto”, un momento pensato per consolidare le basi teoriche e pratiche dell’ascolto musicale e per fornire gli strumenti necessari a sviluppare in maniera significativa il pensiero musicale dei bambini e alle 18:30 il seminario delle “Scuola e Teatro: un’alleanza strategica”, sul valore della collaborazione fra scuola e teatro per migliorare la qualità dell’apprendimento e promuovere il benessere psico-fisico della persona.

Partecipazione

Tutti gli eventi rilasceranno un attestato di frequenza attività formativa.

Per partecipare a Fiera Didacta 2021 è necessario registrarsi online, consultare il programma scientifico e selezionare le attività di interesse, completando la procedura con l’acquisto del biglietto direttamente sul portale, anche utilizzando la Carta del docente.

pubbliredazionale in collaborazione con INDIRE