Home La Tecnica consiglia La professione di Mediatore Culturale: ecco in cosa consiste

La professione di Mediatore Culturale: ecco in cosa consiste

CONDIVIDI
  • Credion

Scopriamo insieme in cosa consiste la professione e il lavoro di un mediatore culturale/interculturale.

Il mediatore culturale sta diventando una figura sempre più importante nella nostra società, tanto da ammaliare numerosi giovani alle prese con gli studi. Si tratta di un lavoro fermamente stimolante e formativo dal punto di vista personale.

In cosa consiste la professione di Mediatore Culturale

Il mediatore culturale è una figura professionale che svolge la sua attività principale facilitando il collegamento tra persone immigrate appartenenti a culture straniere e associazioni. Il suo ruolo, però, è fondamentale anche all’interno di strutture socio-sanitarie, nonché servizi e istituzioni locali e nazionali. L’obiettivo principale di un mediatore culturale è fornire risposte quanto più adatte alle esigenze di integrazione di ogni singolo individuo

Il ruolo del mediatore nella società di oggi

Il mediatore interculturale è dunque un operatore sociale che svolge attività di mediazione tra cittadini immigrati e la società locale. Il fulcro della sua professione è promuovere, sostenere e accompagnare entrambe le parti nella rimozione delle barriere culturali e linguistiche. Ciò è possibile stimolando nel territorio una cultura di accoglienza e integrazione socio-economica, di conoscenza e pratica dei diritti e dei doveri vigenti in Italia.

Come diventare Mediatore Culturale

ICOTEA, Istituto Universitario accreditato dal MIUR, fin dalla sua fondazione sostiene la necessità di valorizzare questa importante figura professionale. Per farlo, ha dedicato numerose offerte formative ai mediatori culturali, grazie alle quali potranno ampliare il proprio bagaglio di conoscenze.

In particolare, è in erogazione il corso di Alta Formazione Mediatore Culturale/Interculturale, che fornisce le competenze di base necessarie per svolgere al meglio tale professione. Inoltre il percorso permette di conseguire 60 CFU (monte ore 1500), con la possibilità di convalidare 20 CFP per la formazione continua dei liberi professionisti.

Il percorso è fruibile a distanza attraverso una piattaforma e-learning attiva 24/7 e può essere parzialmente finanziato mediante Voucher Formativo, agevolazione economica riservata agli studenti. Il pagamento è rateizzabile senza alcun costo aggiuntivo ed è compatibile con la Carta del Docente di € 500,00.

Per scoprire tutti i vantaggi economici riservati agli iscritti di ICOTEA, visita il sito www.icotea.it o scrivi una mail a [email protected] per ricevere maggiori informazioni.

PUBBLIREDAZIONALE