Home I lettori ci scrivono La vera ‘truffa culturale’ è la legge delega in bianco n.107!

La vera ‘truffa culturale’ è la legge delega in bianco n.107!

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il Mini-stro si è affrettato l’altro giorno a pubblicare una nota n.1972 15/9/2015 con la quale voleva tranquillizzare i vari pretonzoli e bigotti,  della società  medievale e oscurantistica italiana che non esiste nessuna teoria gender…

Io personalmente non ne conoscevo l’esistenza di questa teoria… ma da insegnante, la prima lezione che faccio ormai dal lontano 2001, in tutte le classi e la seguente… e si basa solo sull’analisi dell’art. 3 della Costituzione: formato da due commi, il primo sancisce l’uguaglianza formale e il secondo l’uguaglianza sostanziale.

Cioè casi uguali vanno trattati identicamente; casi diversi vanno trattati in modo differente…

ICOTEA_19_dentro articolo

Il concetto di giustizia, la nozione di giusto, non significa legalità, il diritto non equivale a giustizia…

Le domande:

– è equo o iniquo che un ricco paghi più tributi del povero?…

– è giusto che un handicappato, abbia un trattamento diverso a scuola rispetto a un alunno che non ha un handicap?…

– è giusto o sbagliato che un giudeo possa professare la sua religione e un musulmano no?…

– è giusto o sbagliato che un socialista possa liberamente esprimere le proprie opinioni politiche e un liberale no?…

– è giusto o sbagliato che un bianco possa partecipare a un concorso per diventare poliziotto e un negro o un giallo o un pellerossa no?…

– è giusto o sbagliato che due eterosessuali abbiano diritti che due omosessuali, due lesbiche o due transessuali non hanno?…

Personalmente credo che questi individui, questi esseri umani, abbiano diritto non solo alla pensione di reversibilità, il diritto a ereditare come due coniugi, il diritto di assistere in ospedale il proprio compagno o compagna, il proprio amato o la propria amata in caso di malattia o infortuni, ma anche, ritengo che, debbano avere addirittura il diritto ad adottare e/o alla procreazione… Guardate che questo avviene già in quasi tutte le moderne democrazie!… A già dimenticavo, l’Italia non è una repubblica democratica e neanche liberale  è una Repubblica ingiusta, immorale  e disonesta!… come la 107!

Il Mini-stro… come al solito!… dimostra di non conoscere, non solo la legge delega 107 ma non conosce neanche la Costituzione, dove all’art. 33 si parla di libertà d’insegnamento collegato con il 21 libertà di espressione!…

Caro Mini-stro… l’insegnamento o istruzione o didattica e la scienza che si occupa della traslocazione delle conoscenze e della circolazione delle idee!…

La mia idea è che tutti devono avere gli stessi diritti e gli stessi doveri!… siano bianchi, negri, grigi o verdi, che siano etero, bisex, trans, froci, lesbiche o ermafroditi… ecc… o comunque qualsiasi identità sessuale essi abbiano… che siano di destra o di sinistra che siano poveri o ricchi che siano giudei  o musulmani…    questa è un idea questo è il concetto di uguaglianza!…

Cosa che non esiste nella 107!

Basta solo vedere le sue 4 fasi di assunzioni… come dire esistono almeno 4 tipologie di insegnanti; gli insegnanti zero, gli insegnanti A, gli insegnanti  B e C …

 Oppure, che dire della suddivisione degli ambiti: una mobilità professionale e l’altra mobilità territoriale (comma 108)..

 Oppure gli insegnanti dell’organico dell’autonomia:

– insegnanti posto comune;

– insegnanti posti per il potenziamento;

– insegnanti posti sostegno;

– insegnanti posti fantasma… (comma 69, L. D. 107) …

E i supplenti?… non sono insegnanti, non fanno parte dell’organico dell’autonomia? si o no?…

… Oppure quali sono i docenti migliori da premiare? Per la 107 sono solo quelli di ruolo!

E i supplenti no!…

E la 107 cosa fa tra gli insegnanti?… fa discriminazioni… leggi il comma:

“ 128. La somma di cui al comma 127, definita bonus, è destinata a valorizzare il merito del personale docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e ha natura di retribuzione accessoria.”

Ma ruolo giuridico o economico…?…

 – Oppure quali docenti sono obbligati alla formazione, tutti o solo quelli di ruolo…?…

 La 107 di nuovo discrimina, distingue, differenzia, perché stabilisce che l’obbligo sussiste solo per i docenti di ruolo!… leggi comma:

 “124. Nell’ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale.”

… E meno male che nella legge delega 107 c’è il comma 16… “Attuazione dei principi di pari opportunità e di prevenzione delle discriminazioni.”

Iniziamo dai docenti… con le pari opportunità ed eliminiamo le disparità, diversità, differenze e disuguaglianze!… di cui la 107 è piena!

E visto che ci siamo eliminiamo anche le ingiustizie del passato (se ci sono): DOS, DOP, organico di diritto, di fatto, cattedre vacanti, disponibili, al 30 giugno, al 31 agosto, fino all’avente diritto… ecc… ecc…  a dimenticavo gli stipendi più bassi d’Europa escluso la Grecia…

Cara Mini-stra invece di preoccuparsi del lavoro dei docenti su cosa sia giusto o sbagliato insegnare agli studenti, si preoccupi di ritirare o come minimo modificare quest’aborto giuridico che è la legge delega 107!…

Invece di intervenire con note che non troveranno mai applicazione, presenti un piano serio per assumere i docenti con uguali diritti e uguali doveri, non la scuola delle differenze creata dalla 107!…La vera truffa è la 107 e glielo dimostro oltre con le parole anche con i numeri che estrapolo da suo discorso sulle supplenze!…

Il 12% di 750 mila doceti di ruolo sono 90000 supplenze; il 10% di 850 mila sono 85000 supplenze. Le faccio notare caro Mini-stro… però che quella cifra 850000 non è esatta, dato che solo nella fase B da 16000 cattedre ne sono state assegnate meno di 9000 di cui pochissime con decorrenza economica quindi significa che le altre saranno occupate da supplenti… immagino circa 8000.

Ancora altri supplenti…

Posso ancora prevedere che dalle 55000 ne darete poco più di 25000 a essere ottimisti…

Anche qui non tutte a decorrenza economica da subito, perché tanti preferiranno pur di rinviare il trasferimento restare supplenti per un altro anno!…

…. Ancora altri supplenti… facciamo 20000.

Alla fine dei conti sono sicuro che il numero dei supplenti quest’anno sarà maggiore di quello precedente! Potrei prevedere che per quest’anno le supplenze saranno quasi 110 MILA…

La legge delega 107 pone al centro le pari opportunità ma poi discrimina, promette di diminuire la supplentite e invece l’aumenta, diceva che avrebbe assunto oltre 100 mila docenti di ruolo in realtà saranno in tutto più o meno il 40% dei centomila, previsti.

Circa 37000 fanno parte del turnover, e ritengo che al massimo la 107 assumerà ottimisticamente meno di trentacinque mila docenti…

Mentre scrivo il MIUR ha emanato la seguente Nota prot. n. 30549 del 21 settembre 2015

a pag. 4 leggo:

“Nei casi residuali in cui, come precisato dalla nota citata (1875), le istituzioni scolastiche avessero già esonerato come collaboratore del dirigente un docente appartenente ad una classe di concorso per la quale non è previsto l’organico del potenziamento, il corrispondente posto di organico di potenziamento non verrà assegnato alla scuola per il presente anno.”

Quindi per esempio se in una scuola è stato esonerato un docente di una classe di concorso per la quale non è previsto il potenziamento per es. classe di concorso in cui non ci sono docenti abilitati,  significa che la scuola non avrà il docente sul potenziamento, almeno per quest’anno.

Ne segue che ancora meno assunzioni… è più supplenti!

La vera truffa culturale è la legge delega in bianco n.107!

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese