Home Alunni Le Olimpiadi di filosofia entrano nel vivo

Le Olimpiadi di filosofia entrano nel vivo

CONDIVIDI

Ammontano a 80 gli studenti italiani pronti a sfidarsi per l’ultimo rush delle Olimpiadi di Filosofia. La finale nazionale della ventitreesima edizione si svolgerà giovedì prossimo, 26 marzo, mentre venerdì 27 è prevista la premiazione dei vincitori presso il Miur.

La manifestazione – promossa dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Miur e dalla Società Filosofica Italiana, in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, il Dipartimento Scienze Umane e Sociali, Patrimonio culturale del Cnr, la Fédération Internationale des Sociétés de Philosophie – rientra nel programma nazionale del Miur per la valorizzazione delle eccellenze. Nell’edizione di quest’anno sono stati circa 4.000 gli studenti (contro gli oltre 2.000 dell’anno scolastico precedente, il 2013-2014) che hanno partecipato alle varie fasi di selezione, provenienti da oltre 200 indirizzi liceali (dal classico, all’artistico, allo scientifico, al linguistico e alle scienze sociali), comprese le scuole di lingua tedesca del Trentino Alto Adige.

Icotea

Il 27 marzo esponenti delle istituzioni europee e nazionali, oltre a noti filosofi e persone di cultura, animeranno, presso il Miur la tavola rotonda “La filosofia scuola di libertà e creatività”, “per ribadire, come insegnava Kant – spiega una nota ministeriale – che l’insegnamento della filosofia deve far sì che l’allievo diventi un Selbstdenker, ovvero una persona che pensa con la propria testa”.

Il Miur ha sottolineato che tra una competizione e l’altra, tante anche le iniziative realizzate dagli istituti e dalle regioni per coinvolgere gli studenti e i docenti in momenti di formazione per l’approfondimento di contenuti filosofici e per la sperimentazione di metodologie didattiche innovative, a cominciare dal Clil (il Content and language integrated learning, l’insegnamento di una disciplina in lingua straniera). Le Olimpiadi di Filosofia sono gare individuali rivolte agli alunni dei licei statali e paritari, articolate in due canali: nazionale (in lingua italiana) e internazionale (in lingua straniera: inglese, francese, tedesco, spagnolo).

 

{loadposition eb-progetti}

 

Gli 80 studenti in corsa per il podio nell’ultima sfida saranno chiamati a scrivere un saggio filosofico in lingua italiana o in lingua straniera, a seconda del canale prescelto all’inizio della competizione. I due studenti vincitori del canale internazionale parteciperanno alla XXIII International Philosophy Olympiad che si terrà a Tartu in Estonia dal 14 al 18 maggio 2015. In contemporanea alle finali il Miur promuove, sempre il 26 marzo (presso l’hotel Parco Tirreno, a Roma), le Giornate filosofiche di Roma, un Seminario aperto ai docenti con studiosi dell’università e del Cnr sull’insegnamento/apprendimento della filosofia e con i protagonisti di esperienze di didattica innovativa. 

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola