Home Attualità Liceo scientifico a curvatura biomedica: progetto esteso ai licei classici

Liceo scientifico a curvatura biomedica: progetto esteso ai licei classici

CONDIVIDI

Il liceo scientifico a curvatura biomedica partito come progetto da una iniziativa della Dirigente Scolastica del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, condiviso dal Miur e dall’Ordine dei Medici, che ha visto, per l’anno scolastico 2017/2018, coinvolti 30 licei scientifici di tutto il territorio nazionale, apre le porte anche ai licei classici.

LICEO CLASSICO A CURVATURA BIOMEDICA

Il grande successo per il primo anno del progetto “Biologia con curvatura biomedica” promosso dal Miur e dalla Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, che ha visto coinvolti a livello nazionale 30 licei scientifici, più di 1600 studenti, oltre 200 figure professionali tra dirigenti, docenti e medici. Il prossimo anno scolastico (2018/2019) l’opportunità di intraprendere la curvatura biomedica sarà estesa anche ai licei classici.

In mezzo alla notizia

CABINA DI REGIA DEL PROGETTO DEI LICEI A CURVATURA BIOMEDICA

Al Miur, il giorno 17 aprile, si è riunita la cabina di regia del progetto “Biologia con curvatura biomedica” per fare il punto della situazione dell’andamento del progetto e delle iniziative future.

Ricordiamo che il progetto, di cui è capofila il Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio Calabria, prevede a partire dal terzo anno, un nuovo percorso biomedico con l’inserimento nel piano di studi di 50 ore dedicate a un orientamento verso la medicina, tra queste 20 ore di lezioni teoriche tenute dai docenti di biologia, 20 ore di lezioni magistrali tenute da medici individuati dagli Ordini, più 10 ore di con visite ad ambulatori, ospedali, laboratori di analisi.

Il succitato percorso dura tre anni, per un totale di 150 ore, al termine gli studenti potranno accedere direttamente al test per l’ammissione alla facoltà di Medicina. Visto l’enorme successo in termini di aderenza al progetto e soprattutto di gradimento da parte degli studenti, dei docenti, degli istituti e dei medici, la sperimentazione, sinora riservata ai Licei Scientifici, viene aperta anche ai Licei Classici, sarà il Miur ad individuare, tramite apposito bando, gli istituti che potranno aderire a quella che è un’importante estensione della curvatura biomedica anche ad un indirizzo di scuola che ha, nei suoi quadri orari, materie di indirizzo prevalentemente umanistiche.

Prossimo appuntamento, il 21 maggio, quando, dalle 11 alle 16,30 presso la Sala della Comunicazione del Miur, ci sarà un incontro tra i Dirigenti Scolastici e i Presidenti degli Ordini dei Medici, per individuare i nuovi percorsi e sviluppi del progetto.

LICEO A CURVATURA BIOMEDICA COLLEGA LA SCUOLA AL MONDO UNIVERSITARIO

La curvatura di biomedicina già sperimentata per due cicli al Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio Calabria e ormai condivisa dal Miur su scala nazionale, ci dice la Dirigente Scolastica Giusi Princi, è un percorso complesso nella sua strutturazione che richiede l’impiego di alte professionalità e qualità nel lavoro d’équipe. La Dirigente Princi, coordinatrice della sperimentazione e anche lei facente parte della Cabina di Regia Miur-Fnomceo, afferma che tale progetto copre un vuoto normativo, contribuendo a collegare la scuola superiore all’università. Ecco l’importanza di estendere il progetto anche a livello di licei classici, in modo da consentire ad un maggior numero di studenti, di accedere con maggiore facilità e con adeguate competenze ad un corso di laurea come medicina o comunque di tipo scientifico sanitario.