Home Attualità Maestra condannata a risarcire un milione di euro

Maestra condannata a risarcire un milione di euro

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La giustizia italiana è lenta ma arriva e talvolta pure con spropositi, a mettere o a levare, e ora si è abbattuta, dopo 10 anni circa, su una maestra di Bolzano che non solo non avrebbe vigilato ma avrebbe pure nascosto l’incidente, condannandola a 1milione di risarcimento, insieme con la scuola e la Provincia.

Fatto accaduto nel 2009

La Stampa, dando la notizia, racconta il fatto accaduto nel 2009, quando nel cortile della scuola primaria “Martin Luther King” di Bolzano, la piccola si scontrò accidentalmente con un’altra alunna, battendo violentemente il capo contro quello della compagna.

Tuttavia, rientrando in classe, la bimba si sentì male e vomitò e l’insegnante, avvisando i genitori, non fece però cenno dell’incidente avvenuto con la compagnetta.

ICOTEA_19_dentro articolo

Si spegne in ospedale

Riportata a casa, la bimba, visto che peggiorava, venne trasportata in ospedale e operata alla testa per emorragia cerebrale, ma non ci fu nella da fare per salvarla, dal momento che era passato tropo tempo rispetto all’incidente e al tempo di arrivo in ospedale.

Le responsabilità

Per questo il giudice ha  riconosciuto l’insegnante, la scuola e la Provincia responsabili del decesso della bambina: “per inadeguatezza del soccorso prestato e quindi per intempestivo ricovero  presso l’ospedale di Bolzano”.

La bambina si sarebbe potuta salvare, secondo il giudice, se fosse stato subito avvisato il 118, mentre l’insegnante, la scuola e la Provincia hanno annunciato ricorso.

Preparazione concorso ordinario inglese